Ciak si gira! Arturo Brachetti a Firenze

Dal 15 al 20 novembre Arturo Brachetti porta il suo estro creativo al Teatro Verdi con lo spettacolo “Ciak si gira!”

(con la collaborazione di Mariagiovanna Grifi)

Il Guinness dei primati lo ha incoronato il più veloce trasformista esistente. Ma potete chiamarlo semplicemente il più grande trasformista al mondo.

Uno one man show in grande stile, che vede l’artista torinese impegnato in una rutilante sfilata di personaggi ispirati al cinema. Arturo vola, scompare, veste i panni di Zorro, di Mary Poppins, di Spider Man; rende omaggio a Fellini e ai musical di una volta, passa da Charlot a Darth Vader.

Si trasforma anche nella Dorothy di Oz, con lussuose scarpette rosse realizzate dalla maison Casadei, che farebbero invidia a qualunque diva di Hollywood.

La marcia trionfale dello spettacolo è iniziata con un’acclamatissima tournée in Francia, culminata nei 120.000 spettatori che hanno riempito per una lunga serie di serate sold out lo storico Folies Bergère di Parigi (sì, proprio quello dei quadri di Manet, delle locandine di Toulouse Lautrec e del gonnellino di banane di Joséphine Baker).

Ora, dopo L’Auditorium di Roma, Brachetti e il suo magico cinematografo approdano anche a Firenze. Oltre sessanta trasformazioni che divertono e affascinano, pronte a deliziare tutti, dai bambini che rimarranno a bocca aperta ai cinefili più incalliti che si diletteranno a scovare le citazioni nascoste.

La regia è di Serge Denoncourt. Tutto il resto è uno, Arturo, e centomila.