Wilco in concerto a Firenze: l’11 ottobre all’Obihall

La band americana farà tappa a Firenze per un atteso live al Teatro Obihall l’11 Ottobre 2012.

Una grande passione per il folk. E non solo: pop, country, rock alternativo, blues ed elettronica, con maestria e sensibilità non comuni. Una radiografia ridotta all’osso degli Wilco potrebbe dare questi risultati. Ma non è tutto, perchè il gruppo di Jeff Tweedy – nato a metà degli anni ’90 nella fecondissima scena di Chicago – è tuttora uno di quei pochi casi di talento e coerenza, uniti a crescente popolarità e innovazione nel tempo.

 

Ce ne hanno messo di tempo per riuscire ad emanciparsi anche fuori dalla zona dei Grandi Laghi e della Grande Mela, gli Wilco; e mai come oggi il sestetto di Tweedy&co. ha raggiunto un (legittimo) seguito anche nel Vecchio Continente. Merito di album esemplari: raffinati e orecchiabili al tempo stesso. Conditi da una perizia tecnica e da una propensione alla melodia, che ne fanno un unicum nel panorama alternative globale. Ascoltare Yankee Hotel Foxtrot (2005), per credere.

I sei dell’Illinois atterreranno a Firenze dopo una valanga di concerti sparsi per i quattro angoli del globo, tenendo fede ad una delle caratteristiche dominanti del loro dna artistico: i live. La dimensione musicale che ha fatto da passepartout negli anni, per un’ascesa irresistibile.

Gli Wilco sono sopratutto questo: ottimi musicisti, grandi compositori senza snobismi di sorta; totalmente refrattari al divismo e ai red carpet.

Amanti della musica e delle sue contaminazioni, creativi di natura e inquieti d’animo. Come nell’ultimo, bellissimo album: The Whole Love, un ritratto fosco della provincia americana, spesso dimenticata. Poggiato su un songwriting ispirato ed eclettico, contaminato da atmosfere che vanno da Johnny Cash ai Modern Lovers, per arrivare allo spiazzante capolavoro che apre il disco: Art of Almost. Degna dei migliori Radiohead.

Insomma, all’Obihall ci sarà di che ascoltare, grazie ad una grandissima band che sa innovare, stupire e raccontare come nessuno. Senza mai scadere nel banale o nel già sentito. Con buona pace di gran parte delle rock band modaiole contemporanee.