Arte a costo zero. Come vedere i tesori di Firenze senza spendere un euro

In tempi magri, meglio non rinunciare al piacere dell’arte. Ecco 6 modi per visitare musei e giardini storici di Firenze senza sborsare un soldo.

In momenti come questi facciamo tutti la nostra spending review. E spesso a rimetterci è proprio l’arte. Per evitare di cadere nell’apatia più totale, ti do una dritta: sei luoghi a ingresso gratuito per non rinunciare all’arte ma con un occhio al portafoglio.

Giovedì alla Strozzina

Si dice che l’arte contemporanea è un po’ ostica e incomprensibile per i più. Se poi l’ingresso alla mostra è pure caro, passa del tutto la voglia di aggiornarsi sulle ultime tendenze artistiche.

Firenze gratis, Palazzo Strozzi Strozzina

Non disperare: ogni giovedì, durante il periodo della mostra, presentandosi alla biglietteria del Centro di cultura contemporanea della Strozzina, a Palazzo Strozzi, dalle 18.00 in poi, si ha diritto ad un ingresso gratuito. Non hai più scuse per non essere al passo con le ultime novità del mondo dell’arte.

Domenica del Fiorentino

Firenze invasa dai turisti? Una domenica al mese se sei nato a Firenze e provincia, o se sei residenti, puoi riappropriarti della tua città. Basta presentare una carta d’identità per ritirare la tessera Un bacione card.

Si tratta di una sorta di pass necessario per entrare gratuitamente in tutti i musei civici, durante le domeniche del fiorentino. Il 13 ottobre, il 10 novembre e infine 8 dicembre.

Il programma cambia ogni mese, ma è sempre ricco di iniziative per famiglie. In alcuni luoghi, come la Torre di Arnolfo o la Cappella Brancacci, è necessario prenotare perché l’accesso è consentito ai piccoli gruppi.

Giardino delle Rose

Giardino delle Rose Firenze

Se sei appassionati di fiori e giardini non puoi perderti il Giardino delle Rose. Uno dei luoghi più romantici di Firenze è aperto durante tutto l’anno gratuitamente. Basta salire la scalinata di via Monte alle Croci per godere di una vista mozzafiato su Firenze, inebriati dal profumo di 370 varietà diverse di rose

Il giardino, ideato da Armando Poggi sull’esempio dei parchi francesi, è stato aperto al pubblico nel 1895. Non perdere l’occasione, tutti i giorni dalle 9.00 del mattino al calar del sole, anche per ammirare le opere di Jean-Michel Folon ospitate all’interno del giardino.

San Miniato al Monte

Già che sei in zona, puoi dirigerti verso il viale dei Colli. Basta percorrere l’imponente scalinata in via delle Porte Sante, per arrivare a una delle chiese più antiche e suggestive di Firenze, la basilica di San Miniato al Monte. Anche qui non è necessario il biglietto per entrare.

Tutti i giorni (in estate dalle 07.00 alle 19.00, in inverno dalle 07.00 alle 13.oo e dalle 15.30 alle 19.00) puoi scoprire una facciata tipicamente toscana di marmi bianchi e verdi, ammirare i mosaici e gli affreschi all’interno. Un consiglio: cercate di arrivare all’ora del tramonto. La luce spettacolare vi sorprenderà.

Orsanmichele

Se sei appassionato della storia di Firenze, il museo di Orsanmichele è quello che fa per te. Anche qui l’ingresso è libero.

Orsanmichele Firenze gratis

La chiesa, al piano terreno, è aperta tutti i giorni dalle 10,00 alle 17,00, mentre il museo delle sculture, al primo e al secondo piano, è accessibile purtroppo solo il lunedì dalle 10.00 alle 17.00.

Costruito con i finanziamenti di tutte e sette le Arti Liberali, il palazzo era il granaio comunale. Il grano era conservato per far fronte alle emergenze (carestie o pestilenze) e per evitare che il suo prezzo aumentasse con la speculazione.

Oggi puoi ammirare, in un allestimento davvero suggestivo, le statue – in bronzo e in marmo – dei santi patroni delle Arti Liberali. Alla fine ti consiglio di salire al secondo piano, dove potrai godere di una vista a 360 gradi su Firenze.

Officina Farmaceutica di Santa Maria Novella

Un luogo dove i nasi sopraffini troveranno il Nirvana. Perditi nella sale di questo piccolo museo ricavato dalle antiche sale di produzione dell’Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella, fondata nel 1612. Un vero e proprio negozio-museo.

Officina Profumo Farmaceutica Santa Maria Novella, Firenze

Assapora le innumerevoli profumazioni da ogni parte del mondo, torna indietro nel tempo davanti ai contenitori farmaceutici in maiolica del 1500, ai macchinari per fare le pasticche o agli antichi distillatori per l’acqua di rose (era molto usata per disinfettare gli ambienti durante le pestilenze).

Il museo è aperto a ingresso libero, tutti i giorni, dalle 10.30 alle 19.30: sarà possibile immergersi in un’atmosfera d’altri tempi e, perché no, assaggiare il liquore alla liquirizia o all’acqua di rose.