Le Cinque Terre, la barca a vela, il treno dell’amore

Monterosso al Mare, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore: cinque paesini arrampicati sulla roccia.

Di fronte il mare infinito, alle spalle la montagna coltivata a vite ulivi e terrazzata con muretti a secco, oggi patrimonio dell’Umanità.

Per visitare le Cinque Terre vi consiglio di abbandonare la macchina a la Spezia e prendere il “treno dell’amore” un trenino che collega tutti i paesini in una manciata di minuti e fa la sua corsa anche la notte. Oppure andare a vela, immersi nel silenzio del mare.

Mangiare alle Cinque Terre:

La Liguria, si sa, è la patria del pesto. Qua lo troverete ovunque, e se fate tappa a Portovenere l’intero paesino è dedicato al profumato basilico e alla sua salsa. Nelle Cinque terre mangerete pesce freschissimo, muscoli, pesciolini fritti in pastella e dolci di pistacchio…

Trattoria Dal Billy. via Rollandi 122, Manarola. tel. 0187 920628
Pesce freschissimo, prezzi onesti, ambiente simpatico. E la miglior vista sul Mare Nostrum.
http://www.trattoriabilly.com/
prezzi: intorno ai 35 euro

Dormire:

La Torretta
Un B&B romantico e charmant, con un indimenticabile vista sul mare.
Vico Volto, 20 | Piazza della Chiesa, Manarola.
http://www.torrettas.com/
Prezzi: a partire da 145 euro la doppia

Hotel Zorza. In una palazzina del 600, un hotel intimo ed economico. Il nome viene dal vigneto di famiglia che domina il borgo e il mare.
http://www.hotelzorza.com
prezzi: a partire da 70 euro

Corniglia, arrampicata sulla roccia e circondata da vigneti

Le Cinque Terre viste dal mare

I terrazzamenti fatti con i muretti a secco, patrimonio dell’Unesco

Cinque Terre in barca a vela

Vernazza, il porticciolo by night

Portovenere, la chiesa di San Pietro