Inaugurazione del Nuovo Teatro del Maggio Musicale Fiorentino il 21 dicembre

Firenze, patria del melodramma dal 1600, inaugurerà la maratona di eventi del Nuovo Teatro dell’Opera. Una dieci-giorni, a partire dal 21 dicembre, con ouverture iniziale di Zubin Mehta.

(di Mara Marchi)

Dopo Aida di Giuseppe Verdi con la regia di Ferzan Ozpetek, che aprì lo scorso anno il Festival del Maggio Musicale Fiorentino, un nuovo grande evento musicale con il concerto del famoso maestro indiano aprirà le danze con Orchestra e Coro sulle musiche di Ludwig van Beethoven e Sylvano Bussotti. Questa volta verrà trasmesso anche in Toscana, grazie allo swich-off della regione, in diretta nazionale in prima serata su Rai5.

Il nuovo complesso, ideato dall’architetto Paolo Desideri, sarà un teatro che ritorna alla sua funzione originale, un luogo di aggregazione per la città, con 3 sale in grado di ospitare in contemporanea performances di ogni tipo per un numero complessivo di 5000 spettatori. Per gli spettacoli di dicembre verrà inaugurata la sala più grande, con 1800 posti.

La programmazione, dal 21 al 31 dicembre, vedrà l’attesissimo ritorno sul podio fiorentino di Zubin Mehta, Stefano Bollani in trio, Claudio Abbado, il pianista bachiano di rinomata fama András Schiff,  Radu Lupu e Fabio Luisi, ora direttore principale al Metropolitan di New York. Il sipario si chiuderà la notte di Capodanno con un concerto finale per celebrare l’inizio del nuovo anno, con un doppio appuntamento che vedrà alternarsi Zubin Mehta e i tre grandissimi interpreti Leonidas Kavakos, Fabio Sartori, Patrizia Ciofi che proporranno un repertorio romantico con variazioni di Verdi, Beethoven, Puccini, Ravel e Rimskij-Korsakov. Seguirà una festa danzante.

Spot

http://youtu.be/PfuMfWm09Vo