Contemporaneamente danza

La danza “indicibile” di Virgilio Sieni dal 20 al 25 marzo alla Pergola.

La danza contemporanea non è come il balletto! Abituato a seguire una storia, a riconoscerne i protagonisti, ad immedesimarsi, lo spettatore (non abituale) che assiste ad uno spettacolo di danza contemporanea rischia di rimanere spaesato, delle volte basito, nel vedere sulla scena dei corpi scultorei che vagano, si attorcigliano, ripetono in modo isterico gesti che sono apparentemente insensati o addirittura stanno fermi per minuti quasi pietrificati.

Da martedì 20 a domenica 25 marzo sulle scene del Teatro della Pergola, Kore, La ragazza indicibile di Virgilio Sieni potrà essere il vostro banco di prova. Illusione scenica, drammaturgia innovativa, linguaggio coreografico articolato caratterizzano gli spettacoli di Virgilio Sieni. Coreografo fiorentino, vero antropologo del gesto, capace di stupirsi e stupire indagando sulle potenzialità del corpo. Virgilio Sieni non è solo danza.

Capacità di sperimentare lasciandosi ispirare ed incuriosire dalle origini, dal mito, con La ragazza indicibile, lavoro per sei danzatrici ispirato dal testo del filosofo Giorgio Agamben, indaga il femminile inteso come limen, “non tanto il femminile inteso in sé, ma la donna intesa come soglia, né figlia né madre né animale, o forse tutto questo. Percorso che s’inscrive nell’interrogativo su come vivere la danza come sostanza della vita”.