Chi è di scena nei teatri fiorentini? L’agenda dal 14 al 19 febbraio

Per gli amanti del teatro vi segnaliamo gli spettacoli in scena questa settimana nei teatri di Firenze.

A che servono questi quattrini
Teatro della Pergola – 14-19 febbraio

Luigi De Filippo riprende una commedia napoletana del 1941 di Armando Curcio (poi ridotta dal padre Peppino De Filippo) in cui il protagonista crea una serie di equivoci per dimostrare in modo umoristico un’amara realtà: nella vita i furbi vincono quasi sempre. Spesso l’apparire vale molto più dell’essere ed è così che non serve tanto avere soldi, basta far credere a tutti di essere ricco per ottenere crediti e prestigio.

Teatro della Pergola – via della Pergola, 30 50121 Firenze
Tel. 055 0763333  – www.teatrodellapergola.com

Eretici e corsari
Teatro Obihall – 15 febbraio

Neri Marcoré e Claudio Gioè propongono uno spettacolo che si definisce “corso di educazione al (libero) pensiero”. Attraverso l’opera di tre personaggi-simbolo degli anni Settanta (Giorgio Gaber, Pier Paolo Pasolini e Sandro Luporini) mostrano l’ipocrisia della società e della politica, mettono a nudo difetti del passato che si ripresentano, ancora, nel presente e che rischiano di ripresentarsi anche nel futuro. I due artisti sono accompagnati da un gruppo di musicisti che suonano dal vivo.

Teatro Obihall– via Fabrizio De André, angolo Lungarno Aldo Moro, 50136 Firenze
Tel. 055 6504112 – 055 362067 (Teatro Puccini)
www.obihall.it – www.teatropuccini.it

Il libro Cuore ed altre storie
Teatro di Rifredi – 16-19 febbraio

Tra ironia e satira Lucia Poli, insieme all’autore Angelo Savelli, presenta uno sguardo sul mondo della scuola, grazie anche al contributo sarcastico di Stefano Benni. Una realtà dipinta da De Amicis nel suo famosissimo libro Cuore, da molti criticato per l’imponente vena “buonista” e “moralizzatrice”, a cui si affianca la scuola dopo le riforme post-unitarie e la scuola di oggi, in balia di sperimentazioni degli insegnanti e disorientamento degli alunni. E a concludere lo spettacolo le parole di Pier Paolo Pasolini.

Teatro di Rifredi – via Vittorio Emanuele II, 303 50134 Firenze
Tel. 055 4220361/2 – www.toscanateatro.it

Cyrano de Bergerac
Teatro Verdi – 16-19 febbraio

Alessandro Preziosi dirige e interpreta Cyrano de Bergerac, commedia del francese Edmond Rostand. Cyrano è innamorato di Rossana sua cugina, ma a causa del suo brutto naso non ha il coraggio di dichiararsi. Per tutta la vita vivrà nell’ombra, come suggeritore delle parole d’amore di Cristiano, suo protetto, amante e poi sposo di Rossana: persino quando i due saranno in guerra Cyrano scriverà lettere d’amore firmandole con il nome dell’amico. Solo dopo tanti anni, morto Cristiano, Rossana scoprirà il vero autore di tutte quelle dolci e poetiche parole che l’hanno fatta innamorare.

Teatro Verdi – via Ghibellina, 91r Firenze
Tel. 055 212320 – www.teatroverdionline.it

Attraverso il furore
Teatro Everest – 17 febbraio

Spettacolo ispirato dai Sermoni tedeschi di Meister Eckhart, predicatore del 1300, padre del pensiero filosofico e metafisico tedesco. I suoi sermoni si intrecciano con i dialoghi scritti da Armando Pirozzi: uomini e donne che si incontrano e si confrontano su temi profondi, in un continuo tentativo di ascolto.

Teatro Everest – via Volterrana, 4b 50124 Firenze
Tel. 055 2321754 – www.teatroeverest.it

Lo scandalo Medici Gonzaga
Teatro di Cestello – 17-19 febbraio

Il Cenacolo dei Giovani presenta un intrigo di corte datato 1584. Vincenzo Gonzaga è chiamato a dimostrare la propria virilità alla famiglia Medici per volere di Bianca Cappello, matrigna della sua promessa sposa Eleonora. Pur di non perdere il prestigio a corte e la dote della figlia di Francesco de’ Medici, Vincenzo accetta dando vita ad un grandissimo e chiacchierato scandalo.

Teatro di Cestello – piazza di Cestello, 4 50124 Firenze
Tel. 055 294609 – www.teatrocestello.it

 

Benportante sposerebbe affettuosa
Teatro Everest– 19 febbraio

Dante si è fatto internare in manicomio per evitare il carcere a seguito della contestazione contro il regime fascista. Lo ha fatto anche per non intaccare la carriera politica del cognato. Nel periodo successivo del dopoguerra viene liberato, il cognato è morto e lui è pronto per una nuova vita… vuole recuperare il tempo perso.

Teatro Everest – via Volterrana, 4b 50124 Firenze
Tel. 055 2321754 – www.teatroeverest.it

Per i più piccini ricordiamo, inoltre, gli appuntamenti promossi da Firenze dei Teatri e accumulabili nella conveniente formula Pass Teatri Family (per maggiori informazioni leggere il nostro articolo) e quelli presenti nella rassegna Per Grandi e Puccini del Teatro Puccini (vedi qui):

Il pifferaio magico
Teatro Puccini – 18 febbraio

La magnifica avventura del pifferaio magico scritta dai fratelli Grimm ritorna sulla scena. Da una lato la città ricca e frenetica, dove tutti hanno smesso di sognare e amare, dall’altro i topi affamati, pronti ad invaderla. Solo l’arte potrà far fronte al disastro, la musica del pifferaio sarà l’unico modo per far tornare la voglia di sognare, ma a che prezzo? Consigliato per un pubblico dai 4 ai 99 anni (Per Grandi e Puccini).

Teatro Puccini – via delle Cascine, 41 50144 Firenze
Tel. 055 362067 – www.teatropuccini.it

Riciclamondo
Teatro di Cestello – 18 febbraio

Cinque rifiuti sono i protagonisti di questa storia simpatica ed educativa. Trasportati all’interno di un sacchetto della spazzatura verso la discarica, i rifiuti incontreranno un gruppo di gabbiani che gli rivelerà l’esistenza di un posto bellissimo dove tutti i rifiuti hanno la possibilità di “rifarsi una vita”: Riciclamondo. Consigliato per bambini dai 7 ai 10 anni (Pass Teatri Family).

Teatro di Cestello – Piazza di Cestello, 4 50124 Firenze
Tel. 055 294609 – www.teatrocestello.it
Tel. 055 8448251 – www.firenzedeiteatri.it

Due amici in guerra
Teatro delle Spiagge – 19 febbraio

Raccontare la storia del ‘900 attraverso la rappresentazione dell’amicizia, caratterizzata dal rapporto di complicità comune ai giovani di ogni età e nazione. Questa vicenda, però, si sviluppa negli anni difficili della guerra e del nazismo, nella Germania degli anni ’30. I due amici durante la guerra, appunto, si scambiano continuamente lettere, unico modo per alimentare quel legame indissolubile.

Teatro delle Spiagge – via del Pesciolino, 26 50145 Firenze
Tel. 055 310230 – www.teatridimbarco.it
Tel. 055 8448251 – www.firenzedeiteatri.it