Alla Pergola il divertimento radiofonico: Pinocchio non c’è

È possibile raccontare la storia di Pinocchio senza il suo protagonista principale? Ebbene sì. È questo l’intento della Compagnia delle Seggiole che arriva alla Pergola il 18 marzo e il 1 aprile con un divertente spettacolo radiofonico, Pinocchio non c’è.

Correva l’anno 1881 quando Carlo Lorenzini, detto Collodi, pubblicò la raccolta in volume delle Avventure di Pinocchio. Storia di un burattino. Da allora numerosissime sono state in tutto il mondo le versioni teatrali dell’opera, riadattate anche nel mondo cinematografico dove sono stati prodotti molti film ispirati alla storia del famoso burattino. Chi non ricorda la versione semplificata e addolcita della Disney del 1940.

E che dire della trasposizione cinematografica del 2002 in cui Roberto Benigni, dirigendo e interpretando, si cimentò nella parte della marionetta parlante che valse al film due David di Donatello tra cui miglior scenografia e migliori costumi.

A circa 8 mesi di distanza dal 130°anniversario del celebre bambino di legno, la Compagnia delle Seggiole rilancia una sfida già vinta da Orvelio Scotti, autore di una commedia che raccontava le peripezie del burattino più celebre al mondo, Pinocchio non c’è appunto, senza che il protagonista dicesse una sola battuta. Dato che per la Compagnia delle Seggiole il teatro è parola, hanno deciso di raccontare questa medesima storia con l’ausilio di un nobile strumento: la radio. Mezzo comunicativo in grado di far riaccendere l’immaginario collettivo, che consente a  grandi e piccini di fantasticare facendoci abbandonare semplicemente e completamente al potere dell’ascolto.