Gilda Bistrot

Un salto da Gilda, dove si ama la lirica e la carne buona

Quando ci entri l’arredamento vintage ti trasporta negli anni Venti, ma il nome lo prende da un’opera del 1851. Sono stata da Gilda bistrot, e ho trovato più di una sorpresa. 

Il bancone arriva da una banca di Torino, la boiserie da una sacrestia milanese, il resto è stato recuperato in giro per l’Italia. La carne invece arriva da un famoso allevamento in provincia di Cuneo, mentre il pesce da Viareggio. Per il resto degli ingredienti, basta girare l’angolo, perché qui siamo a due passi dal mercato di Sant’Ambrogio

Gilda bistrot è un bel mix, insomma; con un punto fermo però, anzi fermissimo: la qualità e la freschezza degli ingredienti. William, il proprietario, mi racconta che il menù cambia ogni giorno per almeno metà, perché i piatti variano a seconda della fantasia dello chef ma soprattutto a seconda di cosa si trova di buono al mercato. E quale connubio migliore se non quello tra cibo e poesia; un tempo infatti le portate del menù venivano accompagnate da versi scritti a mano, ogni giorno diversi, capaci di esaltare l’armonia dei sapori. Oggi si possono trovare sulla loro pagina Facebook.  

Gilda Bistrot

Naturalmente ci sono i piatti che non possono mai mancare: in questo caso sono la tagliata e soprattutto la tartara di manzo, la pietanza preferita dei clienti di Gilda. In una ricetta così semplice la qualità degli ingredienti è tutto: per questo motivo la carne è pregiata, filetto di fassona che arriva dal rinomato Allevamento La Granda, presidio slow food per il Piemonte. 

Più della fame potè la curiosità: prima di assaggiarla chiedo a William di togliermi un dubbio. Ma chi è Gilda? Scopro che il nome ha un doppio significato: Gilda è innanzitutto sua madre, anima e cuore del locale; ma è anche la figlia di Rigoletto, la loro opera lirica preferita. 

Gilda bistrot firenze

A questo punto non posso che prendere in prestito un verso da un altro melodramma del Maestro Verdi, per dire Libiamo ne’ lieti calici. E buon appetito. 

Foto credit (cover): cultura.blogosfere.it 

Gilda bistrot
Piazza Lorenzo Ghiberti, Firenze
055 2343885
www.gildabistrot.it

Pagina Facebook