Gilda bistrot: una cena sulle note di Walter Savelli

Il Gilda bistrot è un salotto per clienti abituali dove martedì 5 marzo si terrà una cena particolare. Con la musica come protagonista.

L’art nouveau vi avvolge appena entrati: un bancone originale del 1920 della vecchia banca di Torino, le sedie che vengono da un vecchio cinema e le applique sono della Villa Lombardi. Profumi di cucina classica italiana con qualche excursus internazionale. Questo ristorante è un po’ una grande famiglia e in poche parole: al Gilda bistrot ci si sente a casa.

Inoltre, martedì 5 marzo alle 20 ci sarà un evento inconsueto. Non solo si potrà assaggiare il classico antipasto del Gilda bistrot, ma anche uno dei capisaldi della cucina marocchina: il cous-cous di pesce. Anticamente questo piazzato veniva preparato con semola di grano duro, quella farina granulosa che si fa con una macinatura grossolana. Ma oggi con questo nome ci si riferisce anche ad alimenti preparati con cereali diversi come: orzo, miglio, sorgo, riso o mais. Infine, si potrà gustare uno dei dolci del bistrot.

Va detto che non è l’esotico piatto il protagonista della serata al Gilda bistrot, ma  Walter Savelli,  pianista di Claudio Baglioni in 20 anni di tournèe: da Strada Facendo fino al concerto di fine millennio in Piazza San Pietro a Roma. Insomma, un grande professionista della musica leggera italiana. Si esibirà, accompagnando la serata, con i suoi pezzi da solista.