Giornata mondiale contro l’omofobia – Una serata LGBT al cinema Odeon

In occasione della settima giornata mondiale conto l’omofobia il Florence Queer Festival presenta due film sul mondo LGBT al cinema Odeon.

Una “malattia mentale”

Il 17 maggio 1990 l’omosessualità viene rimossa dalla liste delle malattie mentali nella classificazione internazionale delle malattie pubblicata dall’Organizzazione mondiale della sanità.
Quindici anni dopo il curatore del “Dictionnaire de l’homophobie”, Louis-Georges Tin, decide di festeggiare questa data e dal 2007 l’Unione Europea istituisce ufficialmente, in tutto il suo territorio, la giornata internazionale contro l’omofobia e la transfobia.

No all'omofobia

Nonostante pochi giorni fa anche Obama si sia proclamato a favore dei matrimoni omosessuali e da un recente sondaggio il 54% degli italiani sia favorevole alle unioni tra gay, le violenze e le discriminazioni omofobiche sono all’ordine del giorno.

stop omofobia

Per la settima giornata contro l’omofobia il Florence Queer Festival organizza una doppia proiezione con due pellicole a tematica lgbt.

Sasha

Sasha è un giovane pianista di talento, la sua famiglia montenegrina si è trasferita a Colonia da vent’anni. Il ragazzo è diviso tra i valori tradizionali di una madre che lavora come operaia a cottimo per pagargli le lezioni di teatro e sogna per lui una brillante carriera nella musica, e il suo desiderio di dichiararsi e vivere la sua omosessualità. Quando il suo insegnante di pianoforte, di cui è follemente innamorato, si trasferirà in un’altra città Sasha troverà il coraggio di aprirsi con la famiglia. Una coraggiosa riflessione sull’integrazione culturale e il tema dell’omofobia nelle culture migranti. Premio miglior film al Bilbao GLT Film Festival 2011.

80 Egunean

Auxen vive nella provincia basca, una vita tranquilla, marito, messa e pettegolezzi tra amiche. Un giorno si ritrova in ospedale ad accudire l’ex marito della figlia e rincontra una vecchia amica d’infanzia: Maite, insegnante di pianoforte bizzarra e dichiaratamente lesbica. Dopo 50 anni, riuscirà Auxen a vivere i sentimenti tenuti nascosti per l’amica tutto questo tempo? Una storia sul coraggio di vivere i propri sentimenti e accettare se stessi ad ogni età.

Omofobia: la paura e l’avversione irrazionale nei confronti dell’omosessualità e di persone gay, lesbiche, bisessuali e transessuali (LGBT), basata sul pregiudizio. L’Unione Europea la considera analoga al razzismo, alla xenofobia, all’antisemitismo e al sessismo. Con il termine “omofobia” quindi si indica generalmente un insieme di sentimenti, pensieri e comportamenti avversi all’omosessualità o alle persone omosessuali. (fonte wikipedia)