Tutti in piazza per ricordare Mario Mariotti, artigiano e genio fiorentino

Settembre in piazza della Passera è un evento a cui partecipo sempre volentieri, figuriamoci questa volta che dedicano un omaggio trasversale a Mario Mariotti.

Quando penso a Mario Mariotti, vulcanico artista fiorentino, mi vengono in mente tre parole che mi stanno particolarmente a cuore: casa, artigiano e genio. Casa perché Mariotti è vissuto in luoghi che sento anche un po’ miei: Montespertoli tra le colline toscane, dove è nato nel 1936, e Firenze, dove ha vissuto e lavorato fino alla fine dei suoi giorni, 17 anni fa.

Artigiano perché si è fatto le ossa nelle botteghe di Santo Spirito, creando e sperimentando nuove forme di arte. E infine genio: tra le sue opere ricordiamo la proiezione sulla cupola del Brunelleschi di Santa Maria del Fiore di un gigantesco NO in occasione del referendum sul divorzio nel 1974, la simulazione del ritrovamento di un disegno di Leonardo in una bottega artigiana (1979), la proiezione luminosa sulla facciata di Santo Spirito (1980) e il Polittico di San Giovanni (1991) con le ottocento tele galleggianti sull’Arno, tanto per citarne alcune.

mario mariotti

Ammiro i suoi giochi con le mani, in parole e fatti, il piglio tipicamente fiorentino e la sua vita dedicata all’arte. L’anno scorso sono stata alla sua retrospettiva al Centro Pecci di Prato e ho avuto la fortuna di incontrare sua figlia Francesca che, insieme al fratello Andrea, ha fondato l’Associazione culturale Mario Mariotti.

In quell’occasione ho partecipato al suo laboratorio Animani, che in realtà era destinato ai bambini ma ha fatto divertire tanto anche me. Con il suo aiuto e colori lavabili sono riuscita a far diventare la mia mano una bella giraffa.

Una famiglia di artisti quella Mariotti, con i figli Francesca e Andrea che portano avanti la memoria del padre anche grazie a iniziative come quella in piazza della Passera dal 10 al 12 settembre, quando verranno presentati video inediti ma soprattutto il promo del film «La città conclusa», dedicato alla sua vita e al suo fortissimo legame con la Firenze Oltrarno. Io ci sarò.

Settembre in piazza della Passera
dal 10 al 12 settembre
ore 21.30

Piazza della passera
Firenze
Ingresso gratuito

Credits foto: www.fila.it (cover); www.notiziediprato.it (immagine interna)