Firenze Sound Map

Firenze Sound Map, quando il suono diventa mappa

Che suono ha la nostra città? E come suonano i suoi luoghi? È quanto si è domandata Antonella Radicchi, ideatrice del progetto Firenze Sound Map.

Una dottoressa di ricerca in urbanistica che ha voluto far arrivare anche in Italia lo studio dei “paesaggi sonori” delle città contemporanee e, in particolare, delle relazioni che esistono fra i suoni che ascoltiamo quotidianamente e le nostre emozioni.

Anche in altre metropoli del mondo –da New York a Montreal, fino ad Istanbul– si sono già sviluppate ricerche nell’ambito della Emotional Geography, che la stessa Radicchi spiega riprendere le intuizioni dell’architetto statunitense Kevin Lynch a proposito della cosiddetta “urbanistica dei sensi”. Studiare le città sul piano qualitativo: comprenderne la “colonna sonora” e le sensazioni che questa suscita negli abitanti.

Il progetto open source (con licenza Creative Commons) di Firenze Sound Map, quindi, ha preso forma in un sito web che punta a costruire una “mappa sonora collettiva” della città, grazie alla partecipazione diretta dei fiorentini.

Firenze Sound Map

Come funziona? Dalla homepage si può navigare nella mappa in cui sono riportati i suoni già condivisi e suddivisi fra registrazioni “stazionarie” e “in movimento”; inoltre, il progetto ambisce anche a collezionare suoni registrati con la tecnica “binaurale” -cioè con più microfoni- e ottimizzati per l’ascolto in cuffia. Dai grilli che cantano sulla riva dell’Arno al traffico che scorre all’ora di punta a Porta al Prato; e, ancora, la chitarra di un musicista di strada in Piazza della Repubblica, e gli annunci per i viaggiatori alla stazione di Santa Maria Novella.

Sono già diverse decine i suoni che Firenze Sound Map ha raccolto e che vanno a comporre un primo disegno di questa particolarissima mappa della città. Ogni angolo di Firenze appare così sulla mappa con suoni differenti, registrati in qualsiasi momento del giorno. Testimoniando la molteplicità di emozioni, sensazioni e stati d’animo che attraversano la città e che spesso è difficile ascoltare. O comprendere fino in fondo.

firenze sound map - centro

Il consiglio, non può che essere quello di ritagliarsi qualche minuto per ascoltare la città. Dai suoni che sentiamo ogni giorno e a cui spesso non prestiamo più neanche attenzione, fino alle sonorità più inaspettate che Firenze può regalare.

Partecipare al progetto collettivo di Firenze Sound Map è semplice: basta registrare la propria traccia audio –di 2 minuti– e inviarla a via mail, specificando l’esatto indirizzo in cui è stata effettuata e allegando una foto del luogo prescelto. Tune on.

More info:

Firenze Sound Map, sito ufficiale
Per condividere il proprio ”take”: indirizzo Mail.