Per S.Giovanni parte la rivoluzione pedonale

Tutti a piedi. O quasi. Sì, perchè dalla mezzanotte di stasera scatterà ufficialmente quello che il sindaco di Firenze ha ribattezzato come: ”Un investimento culturale, per rendere Firenze una Green City”.

Insomma, il tanto discusso e atteso piano pedonale, voluto da Matteo Renzi, compie i suoi primi passi nel giorno del patrono. I cambiamenti all’orizzonte – per tutti gli abitanti – sono profondi e significativi. Ma andiamo con ordine. Già da stamani sono state attuate le prime modifiche strutturali alla mobilità cittadina, in quanto Lungarno Acciaroli ha già cambiato senso di marcia; destando le prime corrucciate reazioni nei (numerosi) automobilisti fiorentini.

Nonostante qualche fisiologico intoppo, il piano inizia a prender forma e, come spiega il sindaco: ”A Firenze sono state giornate molto intense. Niente in confronto a ciò che avverrà nelle prossime, sia chiaro: sta infatti entrando nel vivo il grande progetto di estendere l’area pedonale della città”. Andando nel dettaglio del piano – cartina alla mano – scopriamo quali zone entreranno a far parte della c.d. ”Area ZTL A+”. Probabilmente la modifica più importante è il cambio di senso di lungarno Acciaioli, lungarno Archibusieri, piazza dei Giudici e lungarno Diaz (a doppio senso di marcia nel tratto da piazza Mentana a ponte alle Grazie). Anche piazza dei Giudici è stata chiusa – di fronte al Museo Galileo – con il traffico deviato verso via dei Saponai; che ha cambiato senso di marcia, per poi sbucare in piazza Mentana dove si può prendere, sia la destra che la sinistra, sui lungarni.

Non finisce qui. L’altra tranche della ”rivoluzione a piedi”, riguarda anche lungarno Guicciardini e ponte Santa Trinita, che hanno cambiato senso di marcia per consentire l’accesso dei residenti della ztl A+ in Oltrarno da via dei Serragli. C’è poi il cambio di senso di marcia per via Sant’Agostino (d’ora in poi in direzione piazza Pitti). Ancora, i veicoli non possono più passare da piazza Pitti e via Guicciardini. Ed – infine – cambio del senso di marcia in via Ramaglianti (che va verso via dei Barbadori), via Belfredelli (che da Borgo San Jacopo va diretta a via Barbadori), via dei Barbadori (che divente in direzione via de’ Bardi) ed in vicolo del Canneto; ed è arrivato il doppio senso di marcia in via de’ Bardi. Nella notte fra giovedì e venerdì sono state pedonalizzate totalmente Por Santa Maria e via Tornabuoni. Interamente pedonalizzata anche Piazza Pitti.

Inoltre, all’interno della razionalizzazione dovuta alle modifiche infra-strutturali, anche gli autobus cambieranno i loro percorsi per fasi. La prima si è avuta mercoledì mattina con il cambiamento di senso di marcia di via della Vigna Nuova, e dunque le modifiche ai percorsi dei bus che transitavano in via Tornabuoni, ovvero: 6, 11, 22, 36/37. Tutte destinate – da stanotte – a variare i propri tragitti.

In definitiva un cambiamento molto profondo che preannuncia un week-end piuttosto caotico, come sottolineato da Renzi stesso, anche perchè la festa di S.Giovanni prima e la notte bianca d’Oltrarno poi, non faciliteranno certo l’iter del provvedimento e l’immediatezza per i cittadini.

Insomma, una notte di S.Giovanni destinata ad essere ricordata a lungo fra: ciclisti, aria pulita e – più o meno lunghe – camminate estive. Per gli automobilisti, invece, una notte da Michael Douglas in ”Un giorno di ordinaria follia”? Speriamo in un andamento il più regolare possibile.

[box class = “info”]La mappa ufficiale del Comune con tutte le modifiche [/box]