Firenze, il Chianti, Il Valdarno. Di notte, sotto la luna piena

Appuntamento per venerdì sera con Sconfinando per l’escursione notturna a piedi, accompagnati dalla luna piena.

Il castello di Quarate sorgeva solitario in mezzo alle colline che separano Bagno a Ripoli dal Valdarno, all’inizio del Chianti fiorentino. Ad oggi resta solo la vecchia torre, sormontata da un vecchio olivo. Si andrà ad esplorare questo angolo dove la campagna coltivata sfuma in boschi e ambienti selvatici, mentre la luna quasi piena illuminerà il cammino. L’ambiente è molto frequentato dalla fauna collinare: con un pò di fortuna e di silenzio, si riuscirà ad osservare qualche esemplare. Inoltre durante l’escursione ci si diverte a creare graffiti di luce con le torce.

L’escursione è facile, la lunghezza del percorso è di circa 6 km, con un dislivello in salita di 250 metri. Ci vorranno circa 2 ore per percorrere l’anello. Oltre all’abbigliamento autunnale, c’è da portare un guscio impermeabile, una torcia (possibilmente una frontalina), acqua e uno snack. Il sentiero non presenta particolari difficoltà. Meglio calzare scarponi da trekking o scarpe da ginnastica robuste con suola scolpita.

Sconfinando è un’associazione culturale che vuole promuovere e ri-valorizzare la Toscana naturalistica. Sconfinando crede nel viaggio come esperienza, confronto e maturazione da portare sempre con sé e da tramandare agli altri. Le proposte variano da escursioni alla scoperta del territorio a itinerari culturali, da percorsi tematici a idee progettuali didattiche, tutto realizzato nel totale rispetto di un’etica legata al turismo consapevole del proprio impatto, per la diffusione e la conoscenza dei valori artistici, naturalistici, architettonici del paesaggio toscano.

Sconfinando in Toscana

Per partecipare è necessaria l’adesione all’associazione Sconfinando gratuita fino al 31 dicembre. Verrà richiesta una quota di partecipazione di 5 €, che comprende gli interventi di guida ambientale e di organizzazione. La guida è in possesso di assicurazione di responsabilità civile, i partecipanti all’escursione non sono coperti da assicurazione personale infortuni.