Cercasi giocatori di quidditch in Toscana. Intervista a un babbano

Ve ne ho parlato qualche settimana fa. Non esiste solo il gioco magico di Harry Potter, ma anche la sua versione babbana, con tanto di organizzazione internazionale e tornei. Ecco come giocare in un team di quiddtch.

Ve lo dico subito: ancora non è attiva una squadra di quidditch in Toscana, ma qualcuno ha provato a formarla a Firenze. La ricerca di giocatori però continua: in queste settimane si lavora per far partire un torneo nazionale tra 8 team.

Cos’è il quidditch babbano

Non sono un appassionato del maghetto più famoso del mondo, ma la curiosità verso questo sport (ebbene sì, è uno sport a tutti gli effetti), mi è venuta quando ho scritto del raduno nazionale di Harry Potter a Pisa.

In quell’occasione ho scoperto con mia somma sorpresa che non esiste solo la versione magica del quidditch, il gioco immaginato da J. K. Rowling, ma anche la sua versione riveduta e corretta per chi ha i piedi saldi in terra e non vola in aria a cavallo di una scopa.

Nel 2005 è nata una “federazione” internazionale (la IQA – International Quidditch Association), mentre l’organizzazione italiana è più giovane e si chiama Italia Quidditch.

A cavallo di un manico di scopa

Quidditch in Toscana, dove giocare a Quidditch babbano in Italia

A dire il vero la prima domanda che mi è venuta in mente è stata questa: non ci si sente un po’ strani a correre su e giù per un campo, cavalcando un manico di scopa e inseguendo un tizio vestito di giallo (la versione non magica del boccin d’oro)?

“All’inizio è strano, poi ci si abitua – mi spiega Michele Clabassi, l’ideatore di Italia Quidditch – al punto in cui siamo arrivati, il quidditch non è più pura e semplice imitazione dello sport di fantasia. Dietro la presenza delle scope, ad esempio, esistono alcune precise ragioni”.

Quali? “Le scope impediscono che lo sport si riduca alla vittoria del più veloce e forte. Costringono a usare una sola mano per la maggioranza delle azioni e a imparare a muoversi in modo diverso da quello abituale”.

Torneo nazionale di quidditch

Dopo una prima stagione “sperimentale”, l’idea è quella di organizzare nel giro di pochi mesi un vero e proprio torneo con playoff finale . “Al momento le squadre che sembrano  garantire la propria presenza sono Milano, Reggio Emilia, Torino, Brescia, Roma, Latina, Napoli e Brindisi – mi dice Michele – abbiamo altre 3 o 4 squadre che potrebbero prendere il via in tempo”.

Quidditch in Toscana

Purtroppo, per i quidditch-curiosi come me, non esiste ancora una squadra a Firenze. Un anno fa un gruppo chiamato Lilium Florentia aveva tentato di formare il primo team di Quidditch in Toscana, ma senza risultati. Nonostante questo, la ricerca di giocatori continua sulla pagina Facebook di Italia Quidditch (se volete proporvi).

Quidditch babbano in Italia

Io non sono così coraggioso, ma se siete abbastanza intraprendenti da salire su una scopa per sport, ecco cosa dovete sapere. “Le squadre devono avere almeno 7 giocatori ed un massimo di 21 per evento. In campo devono essere sempre presenti almeno 2 giocatori che si identifichino con un genere diverso da quello degli altri membri della squadra presenti in campo”, precisa Michele.

Non ci sono limiti di età. In genere i giocatori hanno tra i 18 e i 24 anni, anche se non mancano i più giovani (15enni) e qualcuno un po’ più grande  (27enne).

Photo credit: immagine di copertina – Internationalquidditch.org; scopa Quidditch – vocestudenti.altervista.org; partita di quidditch babbano – lesportiveromane.wordpress.com