4 cose da sapere sul parco d’arte Pazzagli di Firenze

Chi l’ha visitato dice che assomiglia ad un quadro. Il parco d’arte Pazzagli è uno dei gioielli green di Firenze, forse ancora poco conosciuto. Dove ho scoperto che si può persino adottare un cipresso.

Scarica la guida ai giardini: è gratis

Nonostante sia a pochi passi da casa mia, ammetto di non aver mai messo piede al parco d’arte Pazzagli nella zona di Firenze Sud. A giudicare dalle immagini e dalle recensioni pare sia assimilabile ad una vera e propria opera d’arte.

Il parco E. Pazzagli – che prende il nome dal suo fondatore, Enzo Pazzagli, artista toscano ed esperto nella lavorazione del ferro – è circondato da colline e ville medicee. Un giardino quasi incantato e, forse, non ancora troppo conosciuto. D’altronde l’inaugurazione è recente – siamo nel 2005 – nonostante Pazzagli coltivasse l’idea di realizzare un parco d’arte sin dal 1990.

Attraversare il parco – dice chi l’ha visitato – è un po’ come ammirare un quadro dove oltre 200 sculture – visibili anche di notte – arredano questo luogo delle meraviglie. Ad attirare l’attenzione, però, sono soprattutto i trecento cipressi che formano “La Trinità”: un’installazione formata da un volto e due profili.

Veduta ovest del parco d'arte Pazzagli a Firenze

Questa opera d’arte si può ammirare soprattutto dall’alto e per apprezzarla pienamente – leggo – è necessario camminarci all’interno con una mappa tra le mani e il naso e gli occhi all’insù. L’aspetto curioso è che i visitatori possono diventare autori di questa installazione vivente.

In che modo? Adottando un cipresso per cinque o dieci anni rinnovabili e personalizzare la pianta artisticamente. L’adesione al progetto – che ha un costo di 50 euro per l’adozione di 5 anni e 100 per quella di 10 – consente l’ingresso gratuito al parco.

Se vuoi scoprire altri gioielli green in città, ecco i parchi scultura che puoi trovare tra Firenze e dintorni.

Scarica la guida ai giardini: è gratis

Parco E. Pazzagli
via Sant’Andrea a Rovezzano, 5
Firenze

Per info e prenotazioni
348 3300352

Credits: www.premioceleste.it (cover); sito pazzagli.com (foto interna)