4 biblioteche a Firenze

Parte integrante dello straordinario patrimonio artistico e culturale di Firenze sono le sue numerose biblioteche. Alcune di grande tradizione e rilevanza internazionale.

Palazzi più o meno conosciuti, sale frequentate da studenti, studiosi o semplici visitatori: il fascino della biblioteca è parte caratterizzante di Firenze. In particolar modo, quando si tratta di siti di altissimo valore storico. Abbiamo selezionato quattro luoghi del sapere totalmente pubblici, di grande rilievo e storia, nel centro cittadino.

Biblioteca nazionale di Firenze

Biblioteche di firenze - Biblioteca nazionale, ph Brianburk9

Senza dubbio, uno dei simboli cittadini. La biblioteca più celebre ed importante di Firenze, necessitò di 30 anni di lavori per il suo completamento: dal post Grande Guerra in poi. Oltre 120 kilometri: tanta è la lunghezza delle scaffalature dei depositi della più grande biblioteca d’Italia, e fra le prime 5 in Europa. Tesoro inestimabile di storia e sapere, tutt’oggi frequentatissima.

Biblioteca Marucelliana

Situata su Via Cavour è uno fra i luoghi del sapere più animati da studenti universitari e studiosi. La Marucelliana, nacque come dono dell’abate Francesco Marucelli alla città di Firenze agli inizi del ‘700. Fu la prima biblioteca di cultura ad essere aperta ad un pubblico generalista, come ricordato sull’iscrizione (in latino) sulla sua facciata: ”Biblioteca dei Marucelli per l’uso pubblico, soprattutto dei poveri”.

Biblioteca di Palagio di parte Guelfa

In questo caso si parla di una biblioteca aperta negli ultimissimi anni al pubblico. E’ il 1987, quando all’interno dell’ex chiesa medievale di Santa Maria Sopra Porta, apre la biblioteca comunale del Palagio comprendente il patrimonio della biblioteca del Quartiere 1. Oltre al patrimonio moderno, è conservato il il fondo storico BUP: la Biblioteca dell’Università Popolare.

Biblioteca delle Oblate

Probabilmente il sito più conosciuto, frequentato e vissuto (anche al di fuori della dimensione sala lettura), è la Biblioteca delle Oblate. All’interno del complesso delle Oblate, sorge nel loco originario dell’Ospedale di S.Maria Nuova.

Aperta al pubblico da appena 5 anni, è una delle opere di recupero di punta del centro; abbinando perfettamente il grande valore storico e culturale dell’edificio alle più moderne tecnologie e varie attività ricreative al proprio interno.

Photo credit: Biblioteca nazionale – Brianburk9; Biblioteca delle Oblate – Alexandraalisa

More info – Siti ufficiali:

Biblioteca delle Oblate

Biblioteca Nazionale Centrale

Biblioteca Marucelliana

Biblioteca di Palagio di Parte Guelfa