Riesumato il libro in scatola di B.S. Johnson

In balia di una sorte avversa di Bryan Stanley Johnson, un romanzo fatto di sezioni non rilegate che il lettore può riordinare a suo piacimento.

I pezzi di un libro impacchettati e infilati in una scatola come se fosse un mobile componibile. Con la differenza che questo non diventa un monolite una volta montato. Anzi, lo potete smontare e ricostruire tutte le volte che volete.
15.511.210.043.330.985.984.000.000 volte, per essere precisi.
Soltanto il primo e l’ultimo capitolo hanno una posizione predefinita, gli altri 25 possono essere letti nell’ordine che desiderate.

Il libro di Bryan Stanley Johnson, In balia di una sorte avversa (titolo originale The Unfortunates), è stato pubblicato da Rizzoli in una bella scatolina con dentro i capitoli tenuti insieme da una fascetta. Ma non è soltanto una confezione graziosa.

L'autore B.S. Johnson

Il romanzo racconta la storia di un giornalista sportivo che si reca in una cittadina del Midland per seguire una partita di calcio, arrivato lì si accorge che quel posto lo conosce già.

Come una madeleine delle dimensioni di una città, e pertanto piuttosto difficile da deglutire, la località in cui si trova lo rimanda al suo amico Tony.
Abitava proprio lì, ed è morto di cancro anni prima. E con i ricordi riaffiora la malinconia che si porta dietro altri ricordi, tradimenti, e altri motivi di tristezza.
Una storia solipsista che non lascia spazio alla speranza, una catena di pensieri tenuti insieme dalle virgole e dal filo illogico della memoria.

Questo book in a box è un oggetto d’arte che si sforza di far collimare forma e contenuto. E ci riesce.
I capitoli senza un ordine prestabilito modellano la struttura fluida dei frammenti che compongono la memoria. E memoria e ricordo sono anche i temi principali della trama.

Il romanzo è uscito nel 1969. Un prodotto di punta dell’avanguardia del periodo. Poi, dopo il suicidio dell’autore avvenuto 4 anni dopo la pubblicazione, è stato messo nel dimenticatoio.
Lì è rimasto finchè non è arrivato Jonathan Coe (La casa del Sonno – non lo avete letto? Ma che aspettate?, La Banda dei Brocchi – questo non l’ho letto nemmeno io), dicevamo, finchè non è arrivato Jonathan Coe, che lo ha riesumato, ha redatto una bella prefazione e lo ha dato alle stampe.
Tra parentesi, Coe ha appena pubblicato anche una biografia di Johnson intitolata Come un furioso elefante. La vita di B. S. Johnson in 160 frammenti, quindi la sua è proprio passione.

Lo scrittore Jonathan Coe

In balia di una sorte avversa è stato scritto in un periodo in cui la letteratura era vissuta come missione prima ancora che come mestiere, e l’intrattenimento era solo un accidente dell’imperativo artistico che pulsava nella penna dello scrittore.
In altre parole, roba – eterna – d’altri tempi.