7 giorni su 7 all’Istituto Stensen tra cinema e cultura

Al via la nuova stagione dello Stensen con sala ammodernata, video proiettore digitale e apertura tutta la settimana. 7 giorni su 7 dedicati alla cultura e al grande cinema, come l’omaggio a Monicelli al quale non puoi mancare. 

L’avvicinarsi dell’autunno mi fa tornar la voglia di cinema e di poltrone comode in cui sprofondare un po’ al calduccio in attesa di una bella proiezione. Lo Stensen quest’anno ci offrirà tutto questo.

Sì, perché lo storico istituto-cinema di Viale Don Minzoni a Firenze si è rifatto il look e, senza cedere il passo ai film commerciali d’oltreoceano, promette una programmazione continua con film di qualità provenienti dai maggiori festival internazionali (impossibile trovarli in altre sale della città) conferenze, incontri e lezioni.

Io sono pronta. E si parte subito, giovedì 19 settembre alle 21.00 (ingresso gratuito) con “Samsara” di Ron Fricke: immagini meravigliose da tutto il mondo, così coinvolgenti che ti vien voglia di comprare il primo biglietto aereo disponibile e partire.

stensen firenze

L’inaugurazione ufficiale ci sarà venerdì 20 settembre (e continuerà sabato 21) con un omaggio al grande Mario Monicelli. Alla presenza della regista Wilma Labate e della moglie Chiara Rapaccini, sarà proiettato alle 20.30 il documentario Monicelli, la versione di Mario (2012), che ripercorre la vita del regista, con l’ironia che l’ha sempre contraddistinto.

In seconda serata, mi potrò rivedere l’indimenticabile Speriamo che sia femmina (1986). Sabato 21 (dalle 20.30) si riderà ancora con “Amici miei” atto primo e secondo, ormai due cult del cinema d’autore, in cui, concedetemi un po’ d’amarcord, ho avuto il privilegio di fare la comparsa da bambina.

stensen firenze

Lo Stensen continuerà la stagione con Novembre Stenseniano, conferenze, dibattiti e proiezioni sul tema “Corpo, Anima, Spirito”, dal 12 ottobre al 12 aprile, ogni sabato a ingresso gratuito. La rassegna cinematografica comprenderà dieci nuove pellicole per la distribuzione italiana, tra documentari, film d’animazione, commedia e arte contemporanea.

Penso che lo Stensen si confermi ancora una volta come luogo – chiave per la cultura fiorentina. E se poi verranno riaperti libreria e caffè, ci andrò ancor più volentieri. Cito soltanto, ahimè per motivi di spazio, altre rassegne molto interessanti e alle quali non rinuncerò: Cinema d’Ungheria (3 – 5 ottobre), Buio in sala (11 ottobre – 22 novembre) sul binomio tra cinema e psicoanalisi, e Intercity festival (17 – 31 ottobre) sul musical.

Credits foto: Giandomenico Ricci (cover); www.valigiablu.it (immagine interna).