Teatro: donne, miti e musei

Notte in rosa al Museo Archeologico Nazionale di Firenze il 21 e il 22 luglio: Cesare Ronconi dirige l’attrice Mariangela Guarnieri, che è anche autrice del testo, in una magica sfilata di versi che ritrae alcune tra le più note figure femminili dell’epica greca:

Alcesti, la bella fanciulla che volle a morire al posto del marito Admeto;

Sibilla, la sacerdotessa che svela gli oracoli del Dio Apollo;

Pentesilea, l’amazzone figlia del Dio Ares, morta davanti a Troia per mano di Achille che, dopo averla uccisa, rimase folgorato dalla sua bellezza;

Diotimala, saggia Maestra dell’Eros di Socrate, descritta da Platone nel Simposio.

Sono questi i quattro soggetti di cui si occuperà il progetto speciale “Archeologia Narrante”, che prevede tanti altri appuntamenti in giro per la Toscana, concentrandosi su un tema comune -le acque degli Antichi- ma raccontando storie diverse come quelle di Antigone, Enea e Ulisse.

A Firenze Vox Feminea, titolo ufficiale della tappa fiorentina, approderà giovedì 21 luglio e sarà replicato venerdì 22 luglio, con ingresso libero fino ad esaurimento posti.

La performance verrà introdotta da una visita nel seicentesco palazzo del Museo Archeologico -via della Colonna 38- dove lo spettatore, prima di tuffarsi nell’incanto greco, potrà camminare tra i reperti della civiltà etrusca, romana ed egizia.

Siamo già all’undicesima edizione di questo progetto destinato a farci riscoprire i parchi, i musei e le aree archeologiche toscane dove indubbiamente gli spettacoli hanno tutto un altro sapore.

[box class = “info”] Sito dell’evento – tel. 055 4382612 [/box]