River to River il Florence Indian Film Festival

Al Cinema Odeon dal 2 all’8 dicembre la rassegna che parla, sente, propone, ispira indiano: ma per favore non chiamatela Bollywood.

Lo scopo di River to River è quello di promuovere unicamente i film indiani e sull’India ed è il primo Festival di questo genere nel mondo. La rassegna si muove concentrandosi sulle produzioni di qualità e indipendenti come, nelle scorse edizioni, il Leone d’Oro Monsoon Wedding di Mira Nair e il Devdas di Sanjay Leela Bhansali.

Tutti i film sono in versione originale con sottotitoli italiani e inglesi. Saranno tutti vietati ai minori di 18 anni ma solo perchè essendo delle prime italiane non hanno passato la censura. Stranezze del mondo della burocrazia italiana.

Il festival dedicherà un focus al premio nobel per la Letteratura Rabindranath Tagore, poeta e filosofo indiano. Film in concorso, lungometraggi, corti o documentari, River to River avrà come corredo fitte conversazioni mattutine sul cinema indiano, sull’India contemporanea, sulla percezione dell’India fuori dai suoi enormi confini. Molta attesa la proiezione di Dhobi Ghat di Kiran Rao, interpretato dall’attore-produttore Aamir Khan e si concentra sui rapporti tra quattro personaggi che abitano nella megalopoli di Mumbai.

River to River

Per tutta la durata del Festival l’Odeon Bistro ospiterà la cucina indiana del Ristorante Zafferano di Firenze. Per aggiungere anche sapore e profumi della Little India, alla rassegna.