Misericordia di Firenze

Perché visitare il museo della Misericordia di Firenze

La Misericordia di Firenze oltre ad essere l’istituzione privata di volontariato più antica al mondo, custodisce tesori e opere d’arte illustri.

Questo patrimonio è conservato all’interno del museo, inaugurato nel 2005 in piazza Duomo nel palazzo di fronte al campanile di Giotto. Si tratta di veri e propri capolavori come la statua di Benedetto da Maiano, la composizione di Luca Della Robbia e la Madonna del Ghiberti.

Leggo che il percorso che è stato creato dalla Misericordia di Firenze, ripercorre oltre 7 secoli di vita della confraternita, tra le istituzioni più longeve della città. Attraversarlo non costa nulla.

Tutti i lunedì infatti le due sale del museo che – seppur piccole – danno l’idea dell’attività vibrante dell’organizzazione, sono visitabili gratuitamente.

Misericordia di Firenze

Potrai così conoscere meglio le tradizioni di questa organizzazione grazie ad una serie di oggetti appartenenti ai canonici rituali: dai bussolotti per le votazioni fino alle uniformi passando per libri, documenti, addobbi sacri e argenteria varia. E ancora: disegni, acquerelli e dipinti.

Nello stesso piano del museo, poi, ti consiglio di fare un giro nel salone storico dove si riuniscono i membri del consiglio della Misericordia di Firenze. E dimmi se non è affascinante camminare sulle tracce storiche della confraternita. Se poi l’arte non ti sazia mai abbastanza, ti ricordo l’appuntamento con la domenica del fiorentino, che prevede l’ingresso libero nei Musei civici.

Museo dell’Arciconfraternita della Misericordia di Firenze
Piazza del Duomo 19/20

Orario visite: tutti i lunedì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 17 – ingresso libero
Possibili visite su richiesta

Photo credit: wikimedia (cover e foto interna)