Oscar 2012. Gli snobbati che abbiamo fatto vincere noi

Come sempre dopo gli Oscar ci sono grandi dibattiti. Qualcuno è contento altri meno. Quest’anno sono due i film che hanno sbancato agli Academy, The Artist di M. Hazanavicius e Hugo Cabret di M. Scorsese.

Non vogliamo certo dire che non si meritavano tutti questi premi, ma l’esclusione dalle nomination di alcuni film o attori proprio non c’è andata giù.

Ecco con un po’ di ritardo “i dimenticati” che per noi sono i vincitori morali dell’anno di cinema appena passato.

 

MIGLIOR ATTORE

Michael Fassbender in Shame. La sua interpretazione di Brandon, sex addicted tormentato in una spirale di disperazione, ha fatto parlare molto di lui. Non sappiamo se il merito è tutto della sua bravura o dell’essersi mostrato come mamma l’ha fatto, ma senza dubbio resta un’interpretazione degna di nota.

 

MIGLIOR ATTRICE

Kirsten Dunst in Melancholia. Intensa comunque senza mai esagerare nel ruolo di Justine, giovane sposa depressa, conquista il premio della nostra redazione. La Dunst che ricordiamo in Spider Man mentre bacia l’Uomo Ragno a testa in giù ne ha fatta molta di strada e con questo ruolo per cui ha vinto Cannes ha tolto ogni dubbio sulle sue capacità.

 

MIGLIOR REGISTA

Nicolas Winding Refn per Drive. Se non l’avete ancora visto, basta guardare i primi dieci minuti per rendersi conto che siamo davanti ad una regia geniale a volte folle; come il protagonista della storia che è su un confine labilissimo fra stabilità e pazzia.

 

MIGLIOR FILM

Ok non credevamo certo potesse essere nominato, soprattutto dopo le dichiarazioni antisemite del regista all’ultimo festival di Cannes, ma dal momento che ora decidiamo noi the Oscar goes to Melancholia di Lars Von Trier. Un film epico sulla fine del mondo. Provocatorio, angosciante, qualcuno è uscito dal cinema con la nausea per i troppi movimenti di camera soprattutto nella prima parte. Nel bene e nel male il regista danese resta un genio.

 

Ovviamente sono tanti altri gli attori o i film dimenticati, ma come la giuria degli Academy anche noi abbiamo dovuto scegliere. Quali sono per voi gli snobbati di quest’anno?