Les Italiens all’Odeon il 7 febbraio per i bambini della Tanzania

Un concerto di musica swing ed italiana a favore del Jane Goodall Institute per sostenere  gli orfani e i ragazzi di strada del Villaggio Casa dei Bambini Sanganigwa in Tanzania.

Si tratta di un evento unico, il primo in Italia dell’Anno Internazionale delle Cooperative indetto dalle Nazioni Unite. Jane Goodall, Les Italiens e il Villaggio in Tanzania: tre buoni motivi per assistere ad un concerto di sicuro entusiasmante.

Lei, Jane Goodall è una scienziata che ha fondato un’organizzazione senza fini di lucro, presente oggi in 26 paesi, e che si occupa dal 1998 di sviluppo e conservazione, educazione ambientale ed interculturale in Africa. Il Presidente Giorgio Napolitano l’ha nominata nel 2011 Grande Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

I proventi della serata andranno interamente all’orfanotrofio Sanganigwa, che si trova a Kigoma, una delle regioni più povere della Tanzania.
Ospita bambini dai 3 anni in su, rimasti orfani a causa dell’AIDS che miete ogni anno oltre 100.000 persone. La struttura offre tutte le necessità di base, dall’alimentazione alle cure mediche, alla scolarizzazione, fino all’ingresso dei ragazzi nel mondo del lavoro.

Les Italiens, orchestra storica fiorentina, fondata nel 1998 dal maestro Alessandro Di Puccio, jazzista che ha suonato tra gli altri con Bruno Tommaso, Enrico Pieranunzi, Rita Marcotulli e per più di venti anni con Luca Flores. Di Puccio nel 2003 ha pubblicato il primo album, dove partecipano artisti come Stefano Bollani, Antonello Salis e l’attore Carlo Monni.  L’Orchestra, che si è esibita recentemente in Piazza della Repubblica, sempre a Firenze, in uno dei concerti cittadini di capodanno,  e che si presta con grande onore a sostenere ora questa nobile iniziativa, è composta da undici elementi.

Proporrà un repertorio di brani dall’album “Verde Luna Dancing Hall” (2009) che va alla scoperta della musica che si suonava e ballava nel dopoguerra e negli anni cinquanta nei locali notturni delle città. Un tuffo nel passato, tra boogie woogie, tarantelle, rumbe, swing e melodie mediterranee. Il repertorio si compone di composizioni in gran parte originali, brani strumentali e canzoni.

Un ringraziamento anticipato a tutti i musicisti, che a titolo gratuito, daranno vita a questo spettacolo nella bellissima Sala del Teatro Odeon a Firenze: Alessandro Di Puccio (Direttore d’Orchestra), Alessandro Fabbri (batteria), Francesca Taranto (basso e voce), Stefano Onorati (pianoforte), Luca Gelli (chitarra acustica ed elettrica), Jacopo Martini (chitarra manouche), Luca Marianini (tromba), Dario Cecchini (sax baritono e soprano), Simone Santini (sax alto e soprano), Marco Bini (sax tenore) ed Emanuele Parrini (violino).