La dama con l’ermellino portava la minigonna

Vi raccontiamo un progetto fotografico particolare che unisce moda e arte.

Quello di Dorothee Golz, artista austriaca, è un progetto fotografico che mette insieme alcune immagini pittoriche classiche con immagini fotografiche da rivista patinata.

Il progetto è presentato come un’interpretazione moderna di un’umanità passata, una sorta di “come sarebbe oggi” certamente discutibile in termini specifici ma singolare come sperimentazione tecnica.

In tempi in cui l’arte prende a prestito l’arte per far parlare di sé non ci resta che prendere atto di cosa è più o meno riuscito e questo progetto ha un certo fascino.

Dorothee Golz che ha una carriera piuttosto solida e che ha dato vita a numerosi progetti interessanti, si cimenta in questa volta in un’impresa di fusione tra famosissimi volti pittorici e immagini fotografiche piuttosto “modaiole”, dando alle icone della pittura una vita completamente nuova, che le umanizza e rende attuali in abiti e ambientazioni contemporanee.

Il gioco della Golz non è solo puramente estetico, c’è una certa ricerca nell’interpretazione di queste figure dall’identità non sempre certa in senso anagrafico ma assoluta in senso iconico. Rimane enigmatica anche se più vera La ragazza con l’orecchino di perla e fiera Maria Portinari anche nella versione donna in carriera in jeans e giacca nera.

A noi, oltre che indovinare le opere d’arte usate dalla Golz per le sue elaborazioni, non rimane che capire se questa riflessione sia davvero riuscita a rendere ritratti d’altri tempi più veri, umani e vicini.