Jovanotti Firenze

Jovanotti in tour a Firenze: 3 cose da sapere sulla sua storia

Jovanotti in tour arriva a Firenze, in uno stadio che si preannuncia sold out. Ecco tre cose che non tutti sanno sulle origini della sua carriera.

Se anche tu hai cerchiato in rosso sul calendario la data del prossimo 23 giugno, non puoi non leggere questo post: il Backup Tour – Lorenzo negli Stadi 2013 approda a Firenze, ovviamente all’Artemio Franchi, e Lorenzo Cherubini promette di ripercorrere sul palco tutte le tappe dei suoi oltre 25 anni di carriera, con un concerto che nasce dal greatest hits pubblicato lo scorso novembre.

Per l’occasione ho deciso di raccogliere alcuni degli aneddoti meno noti sui primi anni della storia di Jovanotti nel mondo della musica, prima come disc jockey e poi, a partire dagli anni ’90, come cantautore.

Da Joe Vanotti a Jovanotti

Come ne scrisse Virgilio, mamma di Troia e nonna di Roma, Cortona è un comune dell’aretino – a un’ora e mezzo di treno da Firenze – che ha visto letteralmente l’inizio della storia di Jovanotti come artista.

Jovanotti_vintage_E'_qui_la_festa

La prima volta che ho visitato Cortona sono stati gli stessi abitanti del posto a ricordarmelo, quasi fosse una vera e propria attrazione del luogo: ormai da alcuni anni, Jovanotti abita qui, fra un tour e l’altro, e proprio in paese si è sposato nel 2008 con la moglie Francesca.

Quello che ho scoperto più tardi è che proprio in questo comune della Valdichiana è nato anche il nome d’arte di Lorenzo: nel 1980 la sua avventura musicale cominciava, infatti, come Joe Vanotti, dj a Radio Foxes e al club Tuchulcha. Solo 4 anni più tardi, nel 1984, “grazie” al refuso di un tipografo usciranno delle locandine col nome Jovanotti, che Lorenzo deciderà di fare proprio e di non abbandonare più per il resto della carriera.

Il 1987, un’era musicale fa

Il primo passo che devi fare per scoprire da dove è partita la carriera solista di Jovanotti, è dimenticare tutti i testi, i ritmi e i suoni che hanno accompagnato i suoi ultimi vent’anni di attività musicale.

storia di Lorenze Jovanotti

Quello delle origini è il Lorenzo che grazie a Claudio Cecchetto varca gli studi di Radio Deejay e che nel 1987 pubblica Walking, il suo primo singolo. Questo che ho trovato su YouTube è un remix di un paio d’anni più tardi, che rende bene l’idea di quali fossero i suoni e la musicalità preferite dal dj scatenato di allora.

Ad essere dirompente e straripante già in questo pezzo, però, è l’energia di Lorenzo. Quell’energia – parola chiave di tutta la storia di Jovanotti sia come dj che come cantautore – che lo porterà la notte di Capodanno del 1987/1988 a fare una diretta radio no-stop di 8 ore e che si ritrova in tutti i brani più riusciti della sua carriera. 

Vasco Rossi e Jovanotti, una strana coppia

La prima volta che ho trovato il Franchi strapieno per un concerto è stato, sei anni fa, per il tour Vasco Live 2007. Ci tornerò il 23 giugno e, per una volta, anziché delle rivalità che attraversano il panorama musicale, mi piace raccontare la curiosa vicenda che lega i due cantautori.

Nel 1989, infatti, Lorenzo va a Sanremo con un pezzo che si intitola Vasco, il cui ritornello “No Vasco no, io non ci casco” farà infuriare i seguaci del Komandante, anche se Jovanotti spiegherà poi che la canzone voleva in realtà essere un omaggio al Blasco. Lo stesso rocker aveva già avuto modo di ascoltarla e di apprezzarla prima del Festival.

Vasco Rossi

Da questo episodio i due si rincontreranno più volte – nel suo concerto di Taranto dello scorso anno Lorenzo ha anche fatto gli auguri a Vasco cantando la sua Ogni volta – ma a rimanere profetiche sono le parole del rocker di Zocca, raccontate da Michele Caporosso nel suo libro Jovanotti. Mai dentro mai fuori: nel 1991 Red Ronnie disse a Vasco: “Tutti dicono che Jovanotti è finito”.

La risposta fu: “Secondo me Jovanotti comincia adesso”. E per fortuna di Lorenzo non si può dire che non avesse visto giusto.

Prepariamoci al concerto: info utili

Per tornare ad oggi, e all’imminente 23 giugno, ecco per chiudere qualche informazione utile sul concerto di Firenze. Sul palco, prima che alle 21.00 salga Lorenzo, suoneranno i Tre Allegri Ragazzi Morti, mentre i cancelli apriranno alle 16.00 per Prato e Curva e alle 17.00 per tutti gli altri settori.

L’appuntamento di Jovanotti in tour attirerà migliaia di persone e per non ritrovarti nell’ingorgo di auto prima o dopo lo show, il consiglio è di raggiungere lo stadio con i mezzi pubblici, in bus – funzionerà il collegamento Ataf da e per il centro (piazza della Stazione o piazza San Marco) – o in treno (da Campo di Marte sono previsti treni speciali notturni per Siena, Pisa/Livorno o Prato/Pistoia).

Jovanotti in tour

Tutte le altre informazioni utili sul tour di Lorenzo Jovanotti a Firenze le trovi sul sito del Comune di Firenze.