Intervista a Alessandra Iavagnilio autrice e voce dei DAZZLE

E’ in lievitazione in attesa di essere sfornato il disco dei Dazzle, gruppo Alternative Rock Indie, formato nel 2010 a Firenze, per volontà di Dario Tuttolomondo (chitarra) Maurizio Trapani (basso), Alessandro Cudìa (batteria) e Alessandra Iavagnilio (voce). Protagonisti dell’estate fiorentina con i loro concerti nelle più affollate location.

Interrogatorio di rito chi sono i Dazzle e dove li collochiamo musicalmente parlando?

I Dazzle sono una band la cui formazione classica: 1 voce, 1 chitarra, 1 basso e 1 batteria vuole esprimere l’essenzialità del rock, senza fronzoli e ridondanze. I Dazzle si muovono tra chiaroscuri energetici, sonorità aggressive, stop-start dynamics con reminescenze pop, commistioni di armonie, chitarra e basso urlanti, batteria scatenata ma anche impalpabile, melodie accattivanti e testi evocativi.

La scena musicale fiorentina ha già goduto delle vostre performances in diverse manifestazioni e l’aspetto Live sembra vi calzi a pennello. Centrali o di corredo i concerti nel vostro percorso musicale?

L’aspetto performativo è sostanziale nel nostro fare musica, la teatralità fa parte della nostra ricerca stilistica in cui la voce si barcamena tra urla e declamati interpretando i pezzi in maniera assolutamente stanislaskiana.

I brani che presentate sono tutti scritti da voi. Come lavora l’officina musicale dei Dazzle?

I pezzi nascono da  accordi di chitarra di Dario o da giri di basso di Maurizio, lavoriamo moltissimo con draft spediti tramite iphone e ognuno aggiunge la sua parte:  Alessandra scrive i testi. In sala prove, poi, si arrangia il brano introducendo la batteria  affinando/stravolgendo la bozza iniziale.

Progetti prossimi, altri concerti, cosa c’è all’orizzonte o all’angolo per i Dazzle?

Progetti futuri sono, intanto l’uscita del primo disco e poi la lavorazione ad altri brani, ovviamente accompagnati da concerti a Firenze ma anche altrove. All’angolo invece c’è che domenica 13 novembre siamo semi finalisti al Keller Platz di Prato al Music Contest.