God save the wine. Come diventare esperti di vino…semplicemente bevendo!

Ritorna stasera l’atteso appuntamento con Good save the Wine. In una cornice esclusiva, il raffinato Helvetia Bristol in piazza Strozzi.

Avete già programmi per la serata?
Se cercate un’idea originale, cosa di meglio di una degustazione per conoscere grandi vini in un’atmosfera rilassante ed esclusiva, come quella della comunità di God Save The Wine?
Allora, appuntamento stasera all’Helvetia Bristol in piazza Strozzi dalle 19:30 in poi.

Ricca la lista di vini da poter assaggiare accompagnate da tante prelibatezze preparate dallo chef Enzo Pettè: dalla Franciacorta fino alla Sicilia passando per lo Champagne, l’immancabile Toscana, ma anche la Campania, fino alle nuove realtà del Lambrusco emiliano.
Una serata dedicata alla conoscenza del vino, ai territori del nostro paese, ma anche a quelli esteri, alla nuova rivoluzione dei vini cosiddetti “naturali”,  con un occhio attento al costo,  perché un buon vino può anche mantenere un prezzo accessibile, basta saper scegliere.

Tra le aziende presenti stasera al primo appuntamento di God Save The Wine del 2012, alcune realtà biologiche del Chianti Classico, una storica maison di Champagne da sempre attenta alla naturalità e alla ecologia dei propri vigneti, alcune piccole grandi realtà di Franciacorta; non poteva certamente mancare la nostra Toscana, con un’inconsueta Maremma, ma anche un inedito Lazio e poi ancora, l’Umbria con il suo Sagrantino, delle nuove scoperte del Salento. Ma soprattutto, un grande ritorno: l’Emilia con il Lambrusco, autentico e genuino, per anni diseredato a vino di serie B e che invece, merita nuova considerazione.
Il programma della serata prevede buffet, musica e tutti gli assaggi (oltre 50 referenze) con un biglietto d’ingresso di 20 €.

Alla salute!