Giorgia live al Mandela, martedì 13 marzo

La cantante romana arriva sul palco del Palasport fiorentino. Per un concerto pop dai ritmi funky-black.

Era il 1992 quando Zucchero la scelse come vocalist insieme ad un giovanissimo Andrea Bocelli. Ma fu il 1993 l’anno della svolta: Giorgia Todrani, in arte semplicemente Giorgia, esordisce nella categoria giovani al Festival di Sanremo. E con il brano “Nasceremo” arriva direttamente sul podio dell’Ariston. Ottenendo l’accesso preferenziale al Festival dell’anno successivo.

La cantante ritorna e lo fa in grande stile: il brano “E poi”, classificatosi al settimo posto, le apre definitivamente le porte del mondo della musica. Mettendo in luce tutte le potenzialità di una voce esplosiva ed estremamente funambolica.

Dopo una stupefacente esibizione al Pavarotti & friends, nel 1995 arriva un altro trionfo sanremese: è la volta di “Come saprei”, scritta da Eros Ramazzotti. Giorgia riceve anche il Premio della critica, a conferma delle sue abilità canore fuori dal comune.

Passando da collaborazioni con artisti internazionali come Elton John, arriva il sodalizio con Pino Daniele, che la incoraggia a diventare autrice dei propri brani. Il risultato è “Mangio troppa cioccolata” (1997), interamente prodotto dal cantautore partenopeo, che lancia Giorgia nuovamente in vetta alle classifiche, rivelandone anche insospettabili capacità compositive .

Nel 1999 esce “Girasole”, il suo vero album-simbolo: un disco solare, fresco e pulito, proprio come il volto della cantante sulla copertina. Una raccolta di canzoni dal sound piacevolissimo e scorrevole come la pellicola di un vecchio film d’amore.

Molti i progetti successivi, numerosi gli album e le collaborazioni, che sconfinano anche nella settima arte: grandissimo il successo di “Gocce di memoria”, brano di punta de “La finestra di fronte”, pluripremiato film di Ferzan Ozpetek

Durante questo nuovo tour Giorgia presenterà il suo ultimo album “Dietro le apparenze”, edito nell’ottobre 2011. L’artista promette uno show a base di funky-black, dove verrà affiancata da una band ricca di talenti: Sonny Thompson (basso, voce e direzione musicale), Mike Scott (chitarre), Mylious Johnson (batteria), Claudio Storniolo (piano e tastiere), Gianluca Ballarin (tastiere), Diana Winter e Chiara Vergati (vocalist).

Folto il gruppo quindi e folta la scaletta: è certo che questa acrobata del pop italiano non si esimerà dal riproporre i vecchi successi, a cui andranno ad aggiungersi brani più recenti. Ripercorrendo una carriera che tanto assomiglia ad una storia incancellabile.