Conosci La forma dei sogni?

La scultrice Hanako Kumazawa ha dato forma ai sogni, in mostra. Fino al 5 febbraio al Museo di Santa Maria della Scala, Siena.

Prorogata fino al  4 marzo

 

Sogno o son desto?

Bizzarri, inspiegabili, spaventosi o celestiali, i personaggi che popolano i nostri sogni rivivono nelle sculture in terracotta e pietra di Hanako Kumazawa.

Dodici busti, uno per ogni mese dell’anno, che raffigurano volti di fanciulla dalla chioma modellata dai propri sogni, si susseguono una dopo l’altra e raccontano una storia , ma solo a chi le sa osservare.

Proprio così, perché i sogni ci parlano di noi, dei nostri desideri più profondi, osservarli e comprenderli aiuta a comprendere meglio la nostra vita.

 

Lo sa bene, Kumazawa, artista giapponese nata nel 1972, che sul tema Immagini della Fantasia ha basato il lavoro degli ultimi anni.

Lungo  il percorso espositivo sono presenti altre opere che rientrano sempre nel  progetto “fantastico” dell’artista.

Inoltre sarà distribuito ai partecipanti un calendario curato da Michela Eremita con le immagini delle sculture fatte dal fotografo Enrico Blasi.

Un’ occasione coinvolgente anche per i più piccini, sono previste, infatti, diverse attività didattiche, dove i bambini potranno ascoltare i racconti inediti di Luciano Brogi e insieme agli operatori dei servizi educativi liberare la propria fantasia modellando con la creta le immagini dei propri sogni.

Questa esposizione racchiude in se fantasia, semplicità ed eleganza, lo si vede per esempio nella scelta dei materiali non colorati, che si sposano perfettamente con la spontaneità pura da cui scaturisce il sogno… L’effetto è semplicemente incantevole!