Brac’art on table. Un caffè con Vaclav Pisvejc

Una galleria di ritratti firmati dall’artista praghese sui tavoli della Libreria Brac, fino al 31 gennaio.

Vaclav Pisvejc nasce a Praga nel 1967, studia e frequenta l’Akademia Vytvarneho Umeni. Vive negli Stati Uniti e in Inghilterra, dove partecipa a varie mostre. Nel 2007 si trasferisce in Italia, vive a Firenze.

Lo stile di Pisvejc è estremamente espressivo e prende forma nei volti celebri del mondo dell’arte contemporanea (Cattelan, Vittorio Sgarbi, ecc.), del mondo politico (da Putin e Mao fino al sindaco Renzi) e nelle icone televisive (Berlusconi ed Homer Simpson).

I lavori sono dipinti sul retro delle tele, sul rovescio del supporto normalmente utilizzato dagli artisti.

Il tema del ritratto gli permette di comunicare l’espressione e il carattere del personaggio, ma anche il periodo e il contesto culturale nel quale vive.

Pisvejc è molto attento allo scenario urbano tanto da diventarne protagonista: un impertinente che dipinge sui grigi condomini di Praga; affigge i suoi acrilici sui muri della Galleria dell’Accademia di Firenze; espone i ritratti dei potenti all’ingresso del Museo Marino Marini; organizza una piccola estemporanea con l’aiuto di alcuni senegalesi, reclutati al mercato di San Lorenzo, che portano in giro le sue opere pedalando per la città .

Come l’artista stesso sottolinea, il luogo ideale dei suoi quadri è la città.

Realizza esposizioni per la gente comune e movimentate incursioni magari tra  mendicanti o gitani creando così un’alternativa all’esposizione museografica tradizionale.