Attese. La personale di Sabrina Milazzo alla Galleria Sangallo ART Station

Inaugurata venerdì 30 marzo la mostra di Sabrina Milazzo rimarrà aperta fino al 21 aprile in via Fra Giovanni Angelico 5r alla Sangallo ART Station.

Se ancora ci fossero dubbi che a Firenze, non solo si possono vedere realtà legate all’arte contemporanea, ma che ne esistono di grande qualità, la Sangallo ART Station è una galleria da conoscere assolutamente. Una galleria giovane ma con un background in termini di collezione propria e di vitalità nelle scelte contemporanee  proposte, di ottimo livello.

Dopo la bellissima mostra di Christian Hoehn, la galleria propone un gruppo di opere della giovane Sabrina Milazzo, una quindicina di lavori molto interessanti.

Non sarà strano ritrovarsi a guardare da vicino e ancora più vicino queste tele di varie dimensioni che sono realizzate con una tecnica particolarissima. Quest’artista lavora con gli strumenti base del mestiere, colori a olio e pennelli coi quali però, riesce ad ottenere effetti fotografici sorprendenti.

Attese racconta di maternità, di amori ma anche di attimi, istanti rubati come si fa con la fotografia solo che, l’artista  raffina le sue istantanee attraverso una riflessione particolare sull’essere e apparire.

Tatuaggi e piercing che decorano corpi di future madri che siamo abituati a vedere invece in modo essenziale, quasi etereo, non sono simboli aggressivi, sono semplici decorazioni, “vezzi del piacersi” come dice l’artista stessa.

Non c’è arroganza in queste immagini che semmai tradiscono una polemica raffinata sulla questione della forma e del contenuto e di cosa infondo è davvero importante. Tra apparenza e sostanza, tra sembrare o essere ciò che importa è semplicemente e solo essere.

Una mostra soddisfacente, da vedere; un’artista giovane con un buon istinto e una capacità tecnica che decisamente affascina, il tutto in una galleria che se non conoscete già, è assolutamente da mettere in agenda.