Apre il Corridoio Vasariano. Temporaneamente

Riapre al pubblico il Corridoio Vasariano degli Uffizi con un ciclo di visite  da martedì 17 gennaio a venerdì 27 aprile.

Per il corridoio vasariano non servono molte presentazioni, voluto da Cosimo I che, nel 1565, affidò il compito al Vasari, doveva mettere in collegamento la sede del potere politico e la residenza privata (Palazzo Pitti) dei Medici, permettere dunque ai granduchi di muoversi in libertà e sicurezza da uno spazio all’altro.

Dalla Galleria degli Uffizi fino a Palazzo Pitti camminerete scambiandovi occhiate con gli autoritratti degli artisti, da Andrea del Sarto a Marc Chagall, guarderete Firenze dalle finestre panoramiche verso il ponte di Santa Trinita (due delle quali furono volute da Mussolini nel 1938 in occasione della visita di Hitler) vi affaccerete discreti  sull’interno della piccola chiesa di Santa Felicita (quella che conserva la meravigliosa Deposizione del Pontormo) immaginerete quasi 500 anni di passi, discorsi, pensieri e fughe, e alla fine, uscendo a Palazzo Pitti, vi sentirete totalmente appagati.

Il fascino, l’atmosfera e l’emozione che suscita quest’ambiente, valgono attesa, costo e tempo.
Assolutamente una di quelle esperienza da “almeno una volta”!

Il programma prevede 8 percorsi a settimana: due il martedì e il giovedì; due il mercoledì e due il venerdì. Le visite, guidate, saranno solo in lingua italiana ed effettuate da personale della Soprintendenza speciale per il patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il polo museale di Firenze.
Iniziativa dedicata a singoli visitatori e nuclei familiari, si accetteranno prenotazioni per un massimo di cinque persone alla volta (i gruppi in visita non dovranno superare le 25 unità)