24 Giugno-28 Luglio / FESTIVAL DELLE COLLINE 2011

I ragazzi stanno bene! Come dire, questo basta ed il resto è mancia! Beh, con un festival che è giunto alla sua trentaduesima edizione potete essere sicuri che la “mancia” sarà sostanziosa! ‘The kids are all right‘ è il titolo di quest’anno del Festival delle Colline, il sottotitolo ‘i temi dell’infanzia nella musica dei grandi’.
Vi incuriosisce? A me sì, sicuramente più di una Estate Fiorentina ‘ufficiale’ che sembra persa in nostalgici (e cari… avete visto quanto costa il biglietto per George Michael?) revival degli anni ’80, con pretese giovanilistiche, molto yeah! con comunicazione solo via Facebook e concorsi per il Re e la Regina dell’Estate, e concorsi (alla faccia della vena moralizzatrice sull’uso degli alcolici) dove vinci il tuo peso in birra… sigh!

Ma per fortuna i ragazzi stanno bene! E meglio staranno uscendo, di poco, da Firenze. Nelle consuete e suggestive sedi del Festival delle Colline, sparse nel comprensorio pratese (Centro Pecci, Poggio a Caiano, Rocca di Carmignano, Vaiano, più altre) si alterneranno dal 24 giugno al 28 luglio, concerti e performance. Tutti progetti che richiamano, con un’onesta operazione culturale, la tradizione molto toscana della narrazione orale e/o in musica, i racconti dei vecchi (i grandi) di fronte al camino o sull’aia nelle notti di veglia. Qui i ‘vecchi’ della situazione in realtà sono molto più giovani, ma la voglia di raccontare e raccontare cantando non è da meno!
Si inizia il 24 con il duo The Duet e Cristina Zavalloni, per un jazz che dalla tradizione passa senza soluzione di continuità alla più coinvolgente contaminazione con altri generi e altri tempi.

Seguiranno poi fino al 28 luglio numerosi altri spettacoli… ve ne consiglio qualcuno:
il 29 giugno, al Centro Pecci di Prato il ritorno di un mito… Edipo e il suo Complesso! E’ difficile spiegare a parole chi sono, la cosa migliore è cercare su internet un po’ di cose… tenete a mente “m’è morto il gattooooo”!
Il 1 luglio il ritorno con il suo gruppo, dopo l’apparizione a Fabbrica Europa con i Dinamitri Jazz Folklore, di Omar ‘Bambino’ (o Bombino) Moctar, giovane chitarrista tuareg di una bravura, non solo tecnica, incredibile! E’ un cantastorie in realtà, nel senso che le sue musiche nascono dalla sua esperienza di vita ma il suo stile e la sua bravura richiamano leggende come Jimi Hendrix o John Lee Hooker.

[youtube width=”610″]jwLQN3Bdx18[/youtube]

E poi l‘Orchestra della Toscana con Pierino e il Lupo, recitato da Bobo Rondelli (6 luglio), i ‘famosi’ Tre Allegri Ragazzi Morti, con 20 anni di carriera e 6 dischi e migliaia di concerti alle spalle (13 luglio), il pianista armeno Tigran Hamasyan con le sue musiche ispirate a poesie e racconti (14 luglio), e poi i Baby Blue, Mirko Guerrini, Materiali Sonori, e altri grandi personaggi… insomma la cosa migliore è che visitiate il loro sito dove troverete un dettagliato programma.
Ah! Un’ultima cosa… siete andati a vedere quanto costano i biglietti per il biondo George? Bene togliete un zero! Qui il biglietto oscilla fra i 5 e i 10 euro!!

[box class= “info”]Biglietti: da 5 a 10 euro

Per il programma completo, le sedi, e l’acquisto dei biglietti in prevendita (da ritirare la sera dell’evento) SENZA diritti di prevendita consultare il sito ufficiale: http://www.festivaldellecolline.com/

Festival delle Colline su Facebook [/box]