Alcatraz: il nuovo serial di J.J. Abrams debutta in chiaro su Premium Anteprima

Inizia il 30 gennaio in anteprima assoluta su Premium Crime la nuova serie tv-evento targata J.J. Abrams.

La season premiere (solo quella però!), verrà eccezionalmente trasmessa anche in chiaro sul canale 309: Premium Anteprima.

Un po’ di Prison Break, un po’ di Lost, un po’ di Fringe.
Questa è in sintesi l’atmosfera di Alcatraz, che vede nel cast anche Jorge Garcia (da Lost) e Sam Neill.

La trama

Tutto ha inizio nella super blindata prigione costruita nell’omonima isola situata nella baia di San Francisco.
Il carcere fu chiuso nel 1963 e tutti i detenuti vennero trasferiti in altre strutture.
Questo quanto accaduto nella realtà.

In questa serie tv il loro destino ha subìto un altro corso: il 20 Marzo 1963, i prigionieri di Alcatraz sparirono nel nulla, salvo riapparire ai giorni nostri, uno dopo l’altro.
La cosa ancora più strana è che dopo quasi 50 anni le loro sembianze sono le stesse che avevano nel giorno della sparizione.

A indagare su questi strani casi ci penserà la giovane detective Rebecca Madsen (Sarah Jones), insieme al Dr. Diego Soto (Jorge Garcia aka Hugo “Hurley” Reyes di Lost), uno scrittore di fumetti e libri con argomento Alcatraz.
Risolveranno le indagini con l’ausilio di una stanza segretissima posta sotto la vecchia prigione.

Sarah Jones nei panni della protagonista Rebecca Madsen

Buona qualità ma poca originalità

Atmosfere pulp, ampio uso della tecnica cronologica del flashback (Lost docet), la presenza di Sam Neill (Caccia a Ottobre Rosso, Jurassic Park, Il seme della follia…), musiche del pluripremiato Michael Giacchino (sempre per… Lost).

Sam Neill in Alcatraz

Anche se negli Stati Uniti ha ottenuto ottimi ratings, la serie ha già smosso qualche critica: mancanza di originalità (solita isola del mistero, viaggi nel tempo, laboratorio segreto in stile Fringe), in primis. Proprio questa consapevolezza ha forse fatto sì che gli autori entrassero da subito nel vivo della storia, che quindi ha un ritmo incalzante e facile da seguire.

In America è già Alcatraz-mania: la responsabile della struttura, Alexandra Picavet, ha lanciato l’allarme: molti turisti in visita al carcere deviano il loro percorso cercando di intrufolarsi nella stanza segreta descritta nel telefilm creando non pochi disagi.

I due protagonisti si aggirano per la prigione

In Italia Alcatraz è in crescita di popolarità nei social network: su Twitter è in voga l’hashtag ufficiale #AlcatrazITA, appositamente lanciato per chi seguirà e commenterà il telefilm nel nostro paese. Boiata pazzesca o nuovo telefilm di culto?

Da domani l’ardua sentenza. Waiting for….