I Viola vincono, ma per Sinisa ancora fischi

Fiorentina – Genoa: 1 – 0

«Salta la…salta la panchina oh Sinisa salta la panchina!».

Così i tifosi viola hanno intonato i dissapori nei confronti del proprio tecnico ad inizio gara.

Un’atmosfera da film horror (in perfetto clima Halloween), circonda Sinisa in questa domenica : stadio semi-vuoto, tanti striscioni che lo invitano a fare le valigie e pure qualche coro razzista.

La formazione appare in parte rivoluzionata rispetto al disastroso turno infrasettimanale di Torino. Panchina per Cerci e Vargas, in campo dall’inizio Gilardino e Montolivo, che rientra dalla squalifica.

Ti aspetti il Gila o Jo-Jo e trovi un super Lazzari. Gol (facile facile ad onor del vero), ma molto altro: tanta corsa, ottimi spunti.

La squadra invece non convince ancora, nonostante la vittoria; appare propositiva nel primo tempo, salvo perdersi di nuovo nella ripresa, con qualche black out difensivo da brivido.

Sinisa oggi ha regalato i 3 punti a Firenze: semplice armistizio o fine delle ostilità? A giudicare dai fischi che lo accompagnano al fischio finale, è ancora guerra aperta.

 

 

Formazioni

Fiorentina: Boruc, Cassani, Gamberini (c), Natali, Pasqual; Romulo (40′st Munari), Kharja, Montolivo, Lazzari; Jovetic (45′ s.t. Silva), Gilardino (25′ st Vargas). A disp.Neto, Cerci, Nastasic, De Silvestri. All. Mihajlovic

Genoa: Frey, Dainelli, Veloso, Granqvist, Rossi (33′st Constant), Palacio, Jankovic (12′st Pratto), Mesto ,Antonelli, Kucka (1′st Jorquera), Merkel. A disp. Lupatelli, Birsa, Bovo, Moretti. All. Malesani