Girl geek dinners

Girl Geek Dinner n.8: non chiamarle chiacchiere tra donne

Per le ragazze appassionate di tecnologia, Internet e nuovi media, l’appuntamento da non perdere a Firenze è sabato 1 marzo, con l’ottava Girl Geek Dinner Toscana. Se non ne hai già sentito parlare, ti racconto di cosa si tratta.

Partecipa alla cena

Le GGD

Non è un libro di Roald Dahl che non conoscevi e neanche una società segreta, come si potrebbe fantasticare dalla sigla. Di top-secret non c’è niente; al contrario l’invito a cena è aperto a tutti, o meglio a tutte…unico requisito, infatti, è essere una girl e almeno un po’ geek.

Non ci hai ancora capito niente? Cominciamo dalla traduzione: il termine “geek” indica «una persona strana o non collocabile nella massa, con una forte passione o esperienza nel campo tecnologico-digitale».

Si tratta dunque di cene o incontri destinati a donne interessate alla tecnologia, specialmente all’informatica e ai nuovi media, con lscopo di far conoscere e unire le ragazze che lavorano in questo settore, quello dell’hi-tech.

Nascono nel 2005 da un’idea di Sarah Blow, una software engineer inglese che, stanca di essere scambiata per qualsiasi cosa tranne che per un tecnico, decide di organizzare una cena per donne che lavorano nell’IT.

Oggi le GGD vengono organizzate in tutto il mondo, senza scopo di lucro, e sono eventi unici e divertenti.  

Parliamo in geek: #GGDToscana8

La prossima GGD si terrà sabato 1 marzo 2014 presso il Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze, non a caso uno dei tre musei più social d’Italia nel 2012.

Girl geek dinners toscana

Ospiti della cena saranno quattro donne con un’esperienza da raccontare, provenienti da ambiti ed esperienze diverse. Da Paola Velardi, la prof che che tramite il progetto “NERD -Non è roba per donne” dell’Università la Sapienza di Roma, invita le giovani maturande a prendere in considerazione la facoltà di Informatica a Chiara Beni, che promuove la Maremma online. 

Ma anche Caterina Falleni, la 24enne livornese, che nel 2012 ha vinto una borsa di studio della Singularity University presso il centro di ricerca NASA Ames nella Silicon Valley, e la founder di Buru Buru, una startup fiorentina che si occupa di rendere più fruibile il prodotto delle piccole realtà creative italiane.

Il comune denominatore è l’intraprendenza e il talento: ma occhio a non chiamarle nerd. Altro che solitarie “smanettone”, le parole chiave per una geek sono condivisione e socializzazione.

 

Partecipa alla cena

 

Info:

Girl Geek Dinners 

Sabato 1 marzo 2014

Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze
(Sezione di Geologia e Mineralogia)
Via Giorgio la Pira 4, Firenze

Biglietti:
€ 6,00 (ingresso alla GGDToscana + aperitivo + visita museo Geologia e Mineralogia)