Un burattino di nome Pinocchio, il grande ritorno al Cinema Odeon

Domenica 15 il burattino più famoso al mondo torna con un’eccezionale anteprima al Cinema Odeon

Appuntamento sicuramente da non perdere. Non solo per i bambini, ma dedicato sopratutto a tutti gli appassionati di cinema di animazione: domenica il burattino più amato al mondo torna sullo schermo più elegante di Firenze con un’eccezionale anteprima della versione di fiorentina Pinocchio realizzata negli anni ’70.

Una storia tutta fiorentina quella di Giuliano Cenci, pubblicitario ed illustratore, che tra il 1966 ed il 1972 lavorò ad un progetto incredibile: realizzare un lungometraggio animato basato sul capolavoro di Collodi. Iniziò senza soldi e con un sogno in tasca, dedicando i cinque anni successivi a curare, disegno dopo disegno, la nascita di un capolavoro. Furono suoi compagni di avventura il fratello Renzo ed un gruppo di illustratori locali che lavoravano nello scantinato di casa a Coverciano, cui si unì successivamente l’animatore Italo Marazzi.

La versione di Cenci di Pinocchio è stata da molti riconosciuta come una delle più rispettose del testo originale di Collodi, tanto che gli stessi nipoti dello scrittore, coinvolti nella stesura della sceneggiatura, apprezzarono con entusiasmo il lavoro di Cenci. Ancora oggi, rappresenta una delle più importanti conquiste del cinema d’animazione italiano, destinato non solo ai ragazzi, ma a tutti coloro che apprezzano la delicata poesia del disegno animato.

Domenica prossima potremmo rivivere la magia del mondo immaginario di Pinocchio e dei suoi personaggi durante l‘anteprima della versione restaurata del film Un burattino di nome Pinocchio.

L’appuntamento è al cinema Odeon, alle ore 16:00, con ingresso libero fino ad esaurimento dei posti.

Saranno presenti in sala il regista, Giuliano Cenci, il capo animatore del film, Italo Marazzi.
Il restauro del film è stato curato dalla Cineteca Nazionale.