Per le knitter addicted arriva la coperta della buona nanna

Lavorare a maglia non è solo un hobby, può servire anche a finanziare la campagna a favore della nanna sicura.

Torniamo a parlare di knitting, un hobby che pare essere davvero di gran moda al momento.

Questa volta per un’iniziativa che ha come obbiettivo quello di sensibilizzare ed informare sulla SIDS, ovvero la Sindrome della morte in culla. Malattia di cui in molti hanno sentito parlare ma che pochi conoscono approfonditamente: solo il 10% delle mamme conosce realmente la patologia e solo il 45% è al corrente delle 5 raccomandazioni della nanna sicura che, se seguite, aiutano a ridurre il rischio di questa patologia.

L’abbraccio della buona nanna” è un’iniziativa lanciata da Happy bimbo e MAM per finanziare la ricerca medica e informare sulla nanna sicura.
Partita nel maggio scorso, la campagna ha come obiettivo quello di realizzare una coperta da guinnes dei primati: l’idea è quella di creare la più grande coperta di maglia mai realizzata a mano dalle mamme, riunendo insieme i quadrotti di lana e fibra di latte provenienti da tutta Italia.

Ciascuna mamma-knitter, o chiunque voglia partecipare, potrà richiedere un kit di maglia che Happybimbio distribuisce gratuitamente attraverso le farmacie e gli ospedali che aderiscono all’iniziativa. Il kit è composto da un gomitolo di lana di latte 100% naturale, ferri ed istruzioni su come realizzare il quatrotto, nonché su come spedire il proprio lavoro una volta finito e, cosa più importante, da un volantino che spiega la SIDS e le accortezze per una nanna davvero sicura.

La maxi coperta, una volta finita, inizierà da gennaio 2011 il suo viaggio negli ospedali italiani e le offerte che verranno raccolte serviranno per finanziare la ricerca medica negli ospedali impegnati nella lotta contro la morte in culla