Le Cascine 2013. Lavori in corso per vivere il Parco

Il Comune di Firenze annuncia il finanziamento di 35 progetti per riqualificare le Cascine restituendo alla città un patrimonio inestimabile entro il 2013.

Dopo aver presentato il Master Plan all’inizio dell’anno, è di meta agosto l’annuncio del finanziamento dei lavori di recupero e riqualificazione del Parco delle Cascine.

25 milioni di euro per 35 progetti per rendere il Parco delle Cascine pienamente vivibile e farlo divenire polo di attrazione per fiorentini e turisti, così come avviene nelle maggiori città del mondo.

Verranno realizzati un centro visite nelle ex Scuderie e due ristoranti alle due estremità del parco: uno all’Indiano e l’altro verso Ponte alla Vittoria, nella ex discoteca Central Park. La ex discoteca Meccanò verrà invece demolita. Sarà realizzata anche una nuova passerella pedonale che collegherà il Parco con i parcheggi sull’altra sponda, all’Argingrosso, perché comunque il traffico all’interno del Parco sarà regolamentato e sorvegliato con porte telematiche.

Il lato fitness sarà potenziato con la creazione di percorsi ad hoc e la realizzazione di un campo da golf a 18 buche. Dal punto di vista dell’entertainment il Parco, nel progetto, sarà sempre più centro di iniziative di vario tipo, da concerti (in particolare con il recupero dell’Anfiteatro) a esposizioni in tema con il luogo.

In questo senso va anche la conferma dell’utilizzo degli spazi degli ex ippodromi, Visarno e Mulina e la creazione di uno spazio giochi per bambini alle Pavonerie. Infine un grosso investimento sarà fatto, ovviamente, sul verde pubblico con operazioni di manutenzione e recupero.

Solo l’illuminazione è rimasta attualmente fuori dai finanziamenti, ma l’obiettivo è comunque di giungere nel prossimo anno alla piena attuazione di tutti i progetti che restituiranno questo grande parco alla città.

Purtroppo circola solo una simulazione della futura nuova passerella delle Cascine, quindi vi offriamo una galleria di Parchi urbani in giro per il mondo. Alcuni sono storici e molto famosi, altri più particolari e curiosi. Sta a voi lasciare libera l’immaginazione su quel che sarà a Firenze.