Frank Lloyd Wright, architettura e equilibrio

L’8 giugno del 1867 nasceva Frank Lloyd Wright, colui che con l’architettura organica pose le basi dell’architettura moderna.

In un’epoca in cui alla base della formazione di un architetto vi erano le scuole di Beaux-Arts, Wright si libera da ogni convenzione e stile e crea una architettura umana, che «derivi dalla vita ed abbia per scopo la vita quale oggi la viviamo».

Dissolve le pareti esterne e le finestre divengono lunghi nastri di luce che legano l’interno con l’esterno. L’uso dei materiali, lo studio delle proporzioni che privilegiano l’orizzontalità, sono tutti elementi che sostengono la ricerca di una dimensione umana nelle sue architetture.

Le sue opere più famose sono icone universalmente conosciute che esprimono in maniera intensa il rapporto di equilibrio fra l’artificialità dell’ambiente costruito e l’ambiente naturale. In questa breve galleria vogliamo riproporvi alcuni dei suoi progetti più famosi e significativi.