Click, si stampa! Con la Polaroid Z2300 tornano le istantanee

La leggendaria casa statunitense ci riprova. E in epoca di smartphone e Instagram torna il fascino della stampa istantanea.

L’inquadratura, lo scatto, e poi l’attesa. In una parola, una Polaroid. Rivoluzionaria e indimenticabile. Unica, amatissima, da sempre simbolo di uno stile di vita spensierato e sorridente.

I colori inconfondibili, il formato quadrato, il bordo bianco a incorniciare ricordi di famiglia e avventure tra amici. Ma anche una grande alleata per gli artisti, che ne hanno fatto originale tela per suggestioni e idee. Testimone scanzonata degli anni Ottanta, con la Factory di Andy Warhol a dettare il tempo anche a colpi di click.

Di una tradizione che ha attraversato il Novecento nella nuova Polaroid Z2300 non resta molto, in realtà. La piccola digitale, semplicissima da usare,  ha un sensore da 10 megapixel racchiuso in una forma monolitica a mo’ di iPhone, impreziosita dalla storica banda arcobaleno della ditta a stelle strisce.

Il valore aggiunto è la possibilità di stampare immediatamente immagini di 5 x 7, 5 cm, resistenti all’acqua e con il retro adesivo; magari modificate proprio con il classico bordo bianco. Meno di un minuto di attesa, e la possibilità di stampare più copie della stessa immagine.

Il processo, detto Zink (ovvero zero ink, niente inchiostri nè tossicità) promette di coniugare il fascino vintage con la praticità di una compatta munita di scheda SD e con l’opzione di registrare video.

L’uscita sul mercato USA  è prevista per Agosto, ma sul sito le ordinazioni sono già attive. Il prezzo non è dei più accessibili: 159,99 dollari con un kit di stampa da 10 fotografie. Forse un po’ alto per quella che, anche per effettiva qualità, sembra configurarsi fondamentalmente come un divertissement.

Resta il fatto che, mentre si diffonde sempre più l’idea che il valore aggiunto di un’immagine stia nell’effetto applicato a posteriori dallo schermo dello smartphone, il ritorno  di una macchina fotografica in tutto e per tutto è sempre gradito.

Diventerà un oggetto di culto? Non è dato sapere. Degna di nota è certo l’ambizione di Polaroid: fare della Z2300 un’autentica social media machine. In effetti, quale condivisione può essere più rapida del guardare insieme una foto appena stampata?